Home Tags Posts tagged with "carta d’identità elettronica"

carta d’identità elettronica

Galatone – La Fidas di Galatone ed il Comune promuovono un incontro pubblico al fine di informare circa il consenso consapevole in merito alla donazione degli organi. “Una scelta in Comune” è il tema dell’appuntamento di giovedì 24 maggio, alle 18.30, presso palazzo Marchesale con la presentazione del progetto promosso dalla Fidas. Interverranno il sindaco Flavio Filoni, il responsabile dei servizi demografici Maurizio pagano, il presidente Fidas Galatone Italo Gatto e l’anestesista Giancarlo Negro (di Sannicola in servizio presso l’ospedale “Ferrari” di Casarano) insieme alle testimonianze dell’ex onorevole Lorenzo Ria (di Taviano), di Rita Cuna e di Teresa Gatto. «L’iniziativa nasce per informare e sensibilizzare l’intera comunità nel dare il giusto peso ad una scelta responsabile e di civiltà. Da oggi – fanno sapere i promotori – quanti richiederanno o rinnoveranno la carta d’identità potranno esprimere la propria volontà sulla donazione degli organi e registrarsi nel sistema informativo trapianti. Il progetto, sperimentato in altre regioni e adottato a Galatone tra i primi comuni della Puglia, ha portato un notevole incremento in tema di vite umane salvate».

Cutrofiano – I cittadini sono alle prese con le novità della carta d’identità elettronica e il Comune di Cutrofiano promuove un incontro pubblico, sabato 7 aprile alle ore 18.30 presso le scuderie di Palazzo Filomarini,  al fine di informare sul consenso consapevole in merito alla donazione degli organi. Attraverso la nuova carta d’identità, infatti, è ora possibile esprimere il proprio assenso o diniego alla donazione degli organi. Tale scelta, inserita nel database del Ministero della Salute, potrà essere cambiata in ogni momento recandosi presso la propria Asl. L’incontro, promosso dall’Amministrazione comunale con il patrocinio della Asl, verrà introdotto dal sindaco Oriele Rolli e dal segretario comunale Maria Antonietta Foggetti. Sarà poi il medico Raffaella Guido ad illustrare una relazione sul tema delle donazioni in Puglia mentre il medico Domenico Corlianò si soffermerà sul tema delle morti cerebrali. Seguiranno le testimonianze dell’ex onorevole Lorenzo Ria (di Taviano) e di Salvatore Baglivo. Gli interventi sono moderati da Giovanni Perfetto.

Le nuove modalità Il Comune, intanto, ricorda che l’emissione della carta d’identità elettronica è gestita direttamente dal Ministero dell’Interno e che la consegna avviene entro pochi giorni dalla richiesta allo sportello comunale dell’Anagrafe dove occorre presentare un documento di identità in corso di validità, una foto tessera a colori su sfondo bianco (recente e con il capo scoperto), la tessera sanitaria (o la carta nazionale dei servizi o il codice fiscale, insieme al versamento di 22,21 euro alla tesoreria comunale (Banco di Napoli, Iban IT82B0101004015100000046814). La carta di identità scaduta o in scadenza deve essere, inoltre, obbligatoriamente consegnata allo sportello. In caso di furto o smarrimento o deterioramento (tale da non permettere il riconoscimento del numero della carta) del vecchio documento occorre presentarsi allo sportello con la denuncia resa presso le competenti autorità.

Casarano – Entra in funzione da lunedì 19 marzo anche a Casarano la nuova carta d’identità elettronica. Fermo restando la validità (sino alla loro scadenza) dei documenti di riconoscimento finora in corso di validità, la procedura per l’attivazione della nuova tessera è del tutto diversa rispetto al passato. Avrà una validità di dieci anni che si riducono a cinque per i minori tra i minori tra i 3 e i 18 anni e a tre per  i minori di età inferiore ai tre anni. Prima di avviare il rilascio occorre versare 22,21 euro per il primo rilascio e 27,37 euro in caso di smarrimento o deterioramento: Dunque il cittadino dovrà recarsi presso gli uffici comunali munito della ricevuta di pagamento (si paga presso la tesoreria comunale, con bollettino di conto corrente postale e con Pos allo sportello dei Servizi demografici), foto tessera e codice fiscale (o tessera sanitaria). Entro sei giorni lavorativi dalla richiesta, la nuova carta d’identità verrà recapitata direttamente a casa dall’Istituto poligrafico dello Stato che la emette materialmente. In caso di smarrimento o furto occorre sporgere regolare denuncia e poi contattare il numero verde del Ministero dell’Interno 800/263388. La nuova carta d’identità (dalle dimensioni e dall’aspetto di una comune carta di credito) conterrà un microprocessore con le informazioni circa l’identità del titolare compresi elementi “biometrici” quali la fotografia e l’impronta digitale e sarà valida anche per la registrazione e l’accesso ai servizi online della Pubblica amministrazione (erogati attraverso il Sistema pubblico di identità digitale). Attraverso di  essa, inoltre, si potrà esprimere il proprio assenso o diniego alla donazione degli organi. Tale scelta, inserita nel database del Ministero della Salute, potrà essere cambiata in ogni momento recandosi presso la propria Asl.

Casarano – Sbarca anche a Casarano la nuova carta d’identità elettronica. Dal prossimo 19 marzo, dunque, non sarà più possibile richiedere il tradizionale documento cartaceo visto che il Comune si è adeguato alla più recente normativa in materia. Restano ovviamente valide le carte d’identità in corso di validità e sino alla loro scadenza. La nuova carta d’identità (dalle dimensioni e dall’aspetto di una comune carta di credito) conterrà un microprocessore con le informazioni circa l’identità del titolare compresi elementi “biometrici” quali la fotografia e l’impronta digitale e sarà valida anche per la registrazione e l’accesso ai servizi online della Pubblica amministrazione (erogati attraverso il Sistema pubblico di identità digitale). Attraverso di  essa, inoltre, si potrà esprimere il proprio assenso o diniego alla donazione degli organi. Tale scelta, inserita nel database del Ministero della Salute, potrà essere cambiata in ogni momento recandosi presso la propria Asl. «È importante ricordare come la nuova tessera viene rilasciata materialmente dal Poligrafico dello Stato e dunque occorrono circa sette giorni d’attesa dalla prenotazione prima di poterla avere», afferma l’assessore Laura Parrotta. Circa la possibilità di esprimere l’assenso o meno alla donazione di organi e tessuti, il sindaco Gianni Stefàno fa sapere che si tratta di “un grande atto di civiltà e di rispetto per la vita, nei confronti del quale però ognuno è libero di scegliere e di cambiare decisione in qualsiasi momento”.

Matino – Il Comune di Matino compie un bel salto, dal cartaceo all’elettronico, con l’introduzione della nuova Carta d’identità elettronica (“Cie”. Lunedì 29 gennaio il primo giorno nel quale è stata sperimentata la novità presso l’ufficio Anagrafe, aperto al pubblico dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 10, e il martedì dalle 15 alle 17. Occorre avere con sé una foto tessera a colori in formato cartaceo o digitale, il codice fiscale, un secondo documento di riconoscimento in corso di validità, due testimoni muniti di documento di riconoscimento e, ovviamente, la residenza a Matino. Chi già possiede la vecchia carta d’identità nel formato cartaceo non potrà richiedere la sostituzione se non in caso di smarrimento, usura o rinnovo. Dopo la richiesta, la “Cie” verrà spedita direttamente all’indirizzo di residenza entro una settimana, stampata dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato. «Sono estremamente soddisfatto del lavoro svolto dai funzionari dei servizi Demografici che ringrazio pubblicamente per il grande zelo e la tempestività nell’adeguamento alle procedure. La nuova Cie – afferma il sindaco Giorgio Salvatore Toma- permetterà ai cittadini di avere uno strumento digitale che consentirà loro di accedere non solo ai servizi on line comunali, ma a tutti quelli erogati dalle pubbliche amministrazioni e consentirà il rilascio del Sistema pubblico per la gestione dell’identità digitale».

Galatone – “L’arrivo di un figlio segna l’inizio di un percorso, un viaggio che comincia da quando lo si prende per mano per accompagnarlo nel cammino della vita”. È la frase di augurio che ogni famiglia che darà alla luce un bambino nel 2018 troverà nella lettera dell’Amministrazione comunale insieme a una copia de “Il Piccolo Principe”. Il grande classico di De Saint-Exupery sarà, infatti, donato ad ogni nuovo nato del 2018. «Come benvenuto ad ogni nuova creatura di questa comunità – dicono dal Comune – simbolicamente regaleremo questo libro dall’elevato carattere formativo e morale. Come segno di buon auspicio, di crescita, di socialità». Il nuovo anno si è aperto anche con la novità della Carta d’identità elettronica attivata con successo da parte degli uffici. Al momento Galatone è tra i pochissimi Comuni in provincia ad aver attivato il nuovo servizio. Per ogni informazione i cittadini interessati possono recarsi presso gli uffici demografici del Comune, in Piazza Itria, o consultare il portale istituzionale all’indirizzo www.cartaidentita.interno.gov.it.

Voce al Direttore

by -
Attività produttive, turismo e ambiente in Puglia tra libera iniziativa economica e percorsi di sviluppo sostenibile: questo il tema scelto dall'Ordine dei commercialisti e...