Home Tags Posts tagged with "cantina coppola"

cantina coppola

 

ALEZIO. Cantina Coppola 1489 concede il bis con una doppia medaglia d’oro nell’edizione 2017 di Wine Expo Poland. Dopo il trionfo dello scorso anno, il Doxi Riserva Alezio Doc, l’etichetta più “vecchia” di Cantina aletina, conquista nuovamente i giudici del concorso enologico internazionale, questa volta con la vendemmia 2013. A sorprendere a Varsavia anche il Rosso Li Cuti Alezio Doc negroamaro vendemmia 2015. Entrambi i vini premiati, tra l’altro, sono freschi di medaglia al Concorso La selezione del Sindaco 2017 dello scorso giugno. Giornalisti e sommelier provenienti da tutto il mondo hanno degustato centinaia di etichette, nell’ambito dell’omonima fiera Wine Expo Poland che si è tenuta dal 27 e il 28 ottobre scorsi.

“Siamo orgogliosi di questi riconoscimenti – commenta Giuseppe Coppola – che certamente premiano il lavoro che quotidianamente svolgiamo insieme all’enologo Giuseppe Pizzolante Leuzzi, all’agronoma Gabriella Puzzovio e ai collaboratori. Tanto più gradite perché giungono a coronamento di un anno che segna una svolta importante per la nostra azienda e perché rafforzano il valore dei premi già ricevuti di recente con gli stessi vini. Da qualche tempo abbiamo iniziato un percorso per rafforzare la presenza nel mercato europeo ed extra europeo, focalizzando l’attenzione sia verso quei paesi emergenti nel settore vitivinicolo che verso quelli da cui si muovono i maggiori flussi turistici verso il nostro paese. Gli ottimi risultati ottenuti nei concorsi internazionali consolidano la posizione della cantina quale meta privilegiata per gli enoturisti in vacanza nel Salento, obiettivo questo in cui l’azienda è da sempre impegnata”.

I risultati non sono ancora stati resi pubblici dai promotori, (lo saranno il 24 ottobre prossimo a Montecatini) ma si sa che tra i vincitori per i vini presentati ci sono aziende di Alezio, Tuglie, Nardò e Gallipoli. Uno dei premiati – che con gli altri entrerà di diritto nella Guida Slow Wine 2016, non ha resistito alla gioia e su facebook ha dato l’annuncio.
A curare anche questa edizione della selezione naziuonale di Slow Food, associazione internazinale no profit, è stata Gaia Muci (nella foto a sinistra) di Nardò, che da quattro anni è fiduciaria di Slow Food Neretum, motore di laboratori del gusto, degustazioni e corsi di educazione gastronomica in tutto il Salento.
Ma Slow Wine non è l’unica organizzazione che passa in rassegna i vini salentini, i quali sempre più spesso registrano successi, premi e riconoscimenti ambiti. Si tratta per lo più di prodotti di qualità provenienti dall’arco jonico-salentino, essendo i vigneti sul versante adriatico piuttosto scarsi.
Dalla Cantina Coppola di Gallipoli che ha vinto un prestigioso premio anche ad Asti, alla “Due Palme”  (con terreni tra Lecce e Brindisi) che ha portato a casa più di recente i “Cinque grappoli” di “Bibenda” (unica in Puglia), passando per altre realtà produttive che ormai fanno della qualità e del giusto prezzo uno strumento di affermazione anche all’estero.

by -
0 912

GALLIPOLI. La chiusura della vendemmia è stata spostata di una settimana per consentire ai preziosi ospiti di parteciparvi, raccogliendo magari gli ultimi grappoli di negroamaro sotto un sole che non ne vuole sapere di diventare autunnale. Così la Cantina Coppola 1489 di Gallipoli ha accolto undici giornalisti cinesi di Taiwan, precisamente di testate cartacee e televisive della capitale Taipei. Li hanno accompagnati il padrone di casa, Giuseppe Coppola, e l’enologo di fiducia Giuseppe Pizzolante Leuzzi, tra i vigneti del “Doc Alezio” (foto). In Cantina la famiglia Coppola, con in testa la signora Maria, ha poi offerto agli ospiti una apprezzata degustazione con tanto di foto ricordo e interviste al sindaco Francesco Errico, venuto a salutarli prima del loro giro in centro storico.
Ma l’attenzione degli inviati dei media dell’isola cinese, che si staccò dalla Cina continentale ai tempi della “Grande marcia” di Mao, si è rivolta anche all’olio d’oliva ed ai procedimenti di produzione dell’extravergine. Hanno raccontato che nel loro Paese, qualche tempo fa ne è arrivato con la garanzia del prodotto italiano ma non lo era affatto e, per di più, risultava di pessima qualità. Una truffa insomma; però i cinesi non vogliono rinunciare a questo prodotto molto apprezzato.
Il loro giro, organizzato da “PugliaPromozione”, agenzia della Regione, e dalla dottoressa Nadia Fortunato, è proseguito poi a “La Cornula” dei fratelli Sabato, una masseria di Nardò con l’oil bar per la degustazione del prodotto. In programma visite a Otranto, Corigliano (vegetali sott’olio), Squinzano (Museo dell’olio e del vino), Acaja Golf club, Ostuni, Alberobello  prima di ripartire dopo una settimana di soggiorno per far ritorno a Taiwan.

foto premiazione

foto premiazione

GALLIPOLI. È uno dei cento migliori vini d’Italia il Doxi Riserva Alezio Doc 2009 della Cantina Coppola di Gallipoli. Lo ha stabilito il critico enogastronomico Paolo Massobrio che, ieri a Milano, ha insignito del riconoscimento l’azienda di vini gallipolina, nell’ambito della rassegna di cultura e gusto “Golosaria”.

La motivazione del premio? Si tratta di “un vino dal colore rubino acceso nonostante gli anni; al naso vincono le note fruttate”. E ancora, si legge che “colpisce soprattutto per la freschezza, per essere un vino di grande impatto”.

Alla cerimonia eranno presenti Giuseppe Coppola e l’enologo Pizzolante Leuzzi, in rappresentanza dell’azienda che compare sul “Golosario 2014”, una guida alle cose buone d’Italia.

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...