Home Tags Posts tagged with "campionato di terza categoria"

campionato di terza categoria

by -
0 671

Alezio. Dopo sei vittorie consecutive, l’Us Alezio si ritrova in vetta alla classifica del campionato di Terza Categoria. Il girone di andata era partito bene e sta per concludersi nel migliore dei modi. Durante il mercato di gennaio è arrivato tra le file dell’Alezio,  anche Giuseppe Farina, che abbandonato il Taviano è ritornato in “patria”; dopo le prime tre partite, l’attaccante ha siglato una tripletta nella gara contro il Merine, terminata con la vittoria degli aletini per 3-1.

Anche un veterano dell’Alezio, Flavio Mega, che si è assentato per due anni dalle scene del calcio dilettantistico, è tornato a giocare: «La mia assenza  – afferma Mega – è stata dovuta ad impegni lavorativi e ad un infortunio, dal quale mi sto riprendendo grazie alle cure dei dottori Rizzo e Scorrano (di Sannicola, ndr) e alla preparazione atletica curata dal prof. Francesco Negro, attuale preparatore atletico del Gallipoli. Sarò pronto ad entrare in campo nelle prossime partite e disposto a dare il mio contributo a quest’Alezio, che dai risultati di quest’anno sembra non avere rivali».

Tutte le vittorie aletine generano scene d’entusiasmo ma nell’ultima è comparso anche lo spumante che mister Coi, tecnico di Parabita, ha voluto offrire ai suoi ragazzi nello spogliatoio, come premio meritato. «Sono molto fiero dei miei ragazzi – afferma il mister – sia per quanto facciano durante la preparazione infrasettimanale che nelle gare. Stiamo riuscendo a ottenere e portare avanti quanto ci eravamo preposti all’inizio del campionato. Spero vivamente che questa realtà possa durare ancora a lungo e ringrazio l’intera società per la fiducia accordatami».

Soddisfazione e gioia si evincono anche dalle parole del presidente Giampiero De Benedetto, visibilmente emozionato: «Non credevo che la nostra società potesse raggiungere tali risultati, pur essendo nata da poco tempo (giugno scorso); vantiamo una fortissima coesione sia nei rapporti tra i soci che con i giocatori. Mi sento in dovere di ringraziare i numerosi tifosi che ci seguono sia in casa che in trasferta. Un plauso va sicuramente anche ai panchinari che nonostante la loro “condizione”, dimostrano molta tenacia in campo quando giocano anche per soli dieci minuti».
Nicolas Pisanello

by -
0 967

IN FORMA COSI’ Il mare e la “passeggiata” della marina di Alliste fanno da incantevole scenario all’allenamento delle “Aquile” che si preparano alle prove dell’imminente stagione. Vigilano il preparatote atletico Paolo Fontò e l’allenatore Amleto Marrocco (foto Sebastiano Basurtio)

Alliste. «Pronti a tutto…avanti il prossimo!».

È il grido di battaglia delle “Aquile Alliste Felline”, la neonata squadra calcistica che domenica 6 novembre ha debuttato nel campionato dilettantistico di Terza categoria.

Ritorna dopo ben 12 anni il calcio ad Alliste, una responsabilità niente male per Salvatore De Vitis e Carlo Casto, l’“accoppiata vincente” (si spera) a capo della società. Ed «una certa responsabilità ed orgoglio», come fa sapere De Vitis, comporta anche l’essere rimasti gli unici a portare avanti idealmente, stampata sulle maglie, quella denominazione unica (“Alliste Felline”) che qualcuno, poco tempo fa, aveva proposto di assegnare al Comune di Alliste.

L’idea era stata ripescata dal passato e rigettata nel dimenticatoio nel giro di appena 24 ore, giacché la comunità aveva chiaramente mostrato di non essere pronta per una decisone “storica”.

Ma nel calcio, si sa, le “lotte intestine” non aiutano, mentre è proverbiale che l’unione faccia la forza.

Alliste e Felline ci provano, perciò, ad essere “sorelle” almeno sul campo di gioco. E forse proprio la compattezza ed un forte spirito di squadra sono state le carte vincenti nelle amichevoli giocate finora. Le Aquile, infatti, hanno sfidato e battuto le varie squadre con cui si sono scontrate, alcune anche di categoria superiore. «Io credo che la marcia in più della nostra squadra – spiega De Vitis – sia la perfetta organizzazione, unita alla voglia di fare e all’entusiasmo. Non ultima, la presenza costante di tutti, da Alessio De Vitis, “mente” del progetto, al segretario Laudino Renna, dal direttore Sergio Micaletto all’allenatore Amleto Marrocco».

L’“orchestra” è pronta, dunque, e c’è da ben sperare che se ne “sentiranno” delle belle…e forti grida di esultanza per tutti quei goal che ci si augura vadano a segno.

E se anche qualche “nota stonata” ci sarà, le Aquile non perderanno il loro ottimismo e determinazione, perché l’importante è partecipare, si dice, ma per Casto e De Vitis «l’importante è vincere».

«La squadra è stata fatta per vincere – dice Casto – spero, anzi, di poter fare una “doppietta” di festeggiamenti il 6 novembre, giacché il giorno prima è il mio compleanno».

by -
0 1204

Sannicola. Il Lizzanello è la prima squadra ospite a calcare il campo “G. Mele” di Sannicola per scontrarsi con i biancorossi della Asd Sporting 2011, la nuova società sportiva di terza categoria.

«Siamo emozionati ed entusiasti – commenta il vicepresidente Francesco Desomma – e il nostro sentito ringraziamento  va a tutte le persone che, a vario titolo, collaborano con noi e ci sostengono».

La prima partita è un evento anche perché lo Sporting è l’unica squadra della provincia ad avere un presidente donna: si chiama Nunziatina Fachechi (foto), sorriso coinvolgente e modi gentili, ma è una donna di polso come conviene in un ambiente, quello del calcio, roccaforte degli uomini: «sono stata catapultata in questa avventura – commenta – dopo un’esperienza molto positiva con i bambini, infatti sono stata per 6 anni vicepresidente della scuola calcio Electa, amando da sempre questo sport.

È un ruolo impegnativo che affronto con coraggio, vedendo bene però le difficoltà. Auspichiamo di giocare bene e di ottenere successo di pubblico e in campo e di essere sostenuti dagli sponsor».

Ventinove giocatori compongono la rosa da cui il mister Gerardo Imperiale trarrà gli undici titolari e le riserve per le partite di campionato scegliendo, di volta in volta, i giocatori più in forma. «Ben tredici atleti sono “under”, cioè giovani – sottolinea Armandino Scorrano, responsabile generale – il che è cosa rara: in questa categoria, spesso le squadre danno poco spazio ai ragazzi preferendo l’esperienza.

Noi diamo egual valore a chi ha esperienza e a chi se la deve fare. La nostra associazione ha scopo sociale, non di lucro, e vincere o perdere poco importa. Importa giocar bene e pulito, uscire dal campo sempre a testa alta, che è anche una lezione di vita».

Compongono la rosa: Andrea e Danilo Manno, Vincenzo Miccoli, Matteo Di Cristo, Diego Pisino, Salvatore Scorrano, Simone e Carmine Dell’Anna, Luca Bove, Manuel Talà, Cosimo Caputo, Emanuele Petruzzi, Lorenzo Inguscio, Andrea e Luca Imperiale, Andrea Frisenna, Marco Picciolo, Armando Pusterla, Generoso e Danilo Tempesta, Luca Ventura, Adriano Ciricugno, Alberto Montefusco, Cosimo Ferrari, Cosimo Cataldi, Andrea Amendola di Taranto, Alberto Bisanti di Presicce, Enrico Gabellone e Gabriele Marzo.

La dirigenza della squadra si compone anche dei consiglieri Fabio Bray, Fernando Cataldi e Fernando Leo e del giovane assistente Andrea Pisanello. «Siamo una bella squadra – commenta Armando Pusterla – e, anche se non giocherò la prima partita, auspico che vinceremo e ci faremo valere».                                        

MCT

Voce al Direttore

by -
Ora che è passata la festa – giusta: logistica adeguata a compiti delicati e decisivi per il grado di vivibilità – possiamo tentare...