Home Tags Posts tagged with "Agenzia regionale turismo"

Agenzia regionale turismo

Otranto – Non sembra essere un estate da record per il turismo a Otranto. Dopo il boom dei mesi di marzo e maggio, agli inizi di giugno si è registrato un leggero calo rispetto agli anni precedenti; i dati 2017-2018, confrontati, non denotano una eccessiva differenza. A giugno 2017 gli arrivi sono stati ben 26.200 e a luglio invece 37.200. Quest’anno invece gli arrivi a giugno sono ancora intorno ai 26mila.  Ma basta darsi un occhiata intorno per notare che, a luglio almeno, Otranto ancora non ha avuto quella forte ondata di turismo che l’ha caratterizzata gli anni passati a causa, probabilmente, dell’aumento eccessivo dei prezzi dei servizi turistici e dell’ascesa di nuove mete turistiche, in precedenza abbandonate per paura del terrorismo, come rilevano alcuni operatori e osservatori.

Un elemento positivo, secondo i dati dell’ufficio regionale per il turismo, è l’aumento della ricettività con la costituzione di molti nuovi B&B. “I B&B sia a Otranto che nei paesi vicini hanno molti meno costi – afferma Mimmo De Santis (foto), presidente di Federalberghi Lecce – rispetto a quelli degli operatori alberghieri e questo gli permette di mantenere dei prezzi bassi e quindi di avere un aumento della domanda a scapito del settore degli albergatori”. “Spesso gli operatori – dichiara Maria Rosaria De Giuseppe (foto), funzionaria presso l’Agenza regionale del turismo – sono stati sollecitati ad abbassare i prezzi ma la nostra richiesta non è mai stata accolta e questo fattore, insieme anche al clima incerto di giugno, ha portato il turista a spostarsi verso altre località o a preferire altre formule turistiche, anche lontane da Otranto”. Sempre di più il turista predilige adesso il last minute: “In questo periodo di incertezza economica – conferma Maria Rosaria De Giuseppe – si cerca di spendere il meno possibile anche a costo della qualità della vacanza stessa e preferisce aspettare l’ultimo momento per prenotare la propria vacanza sperando di poter usufruire di qualche offerta”.

Abusivismo trascurabile, eccezione in Puglia “Non credo ci sia dell’abusivismo nel nostro Paese – afferma Pierpaolo Cariddi, Sindaco di Otranto – Abbiamo molte entrate, come Comune, grazie alle attività turistiche e credo che la maggior parte delle attività sul territorio siano regolari”. Dei turisti in arrivo, solo uno su quattro è “in chiaro”, stabiliscono le stime della Regione. Ma pur essendo l’abusivismo nell’ambito della ricettività turistica generale, un fenomeno così pesante tanto da incidere moltissimo sulla economia reale, non sembra, invece, essere molto sentito a Otranto, al contrario di quanto accade sull’altra sponda del Salento, con Gallipoli.

Se fino ad ora la stagione di Otranto non sembra essere tra le migliori, negli ultimi giorni di giugno gli arrivi sono andati aumentando e sembrano dover aumentare ancor di più per il mese di agosto. I conti veri e definitivi si faranno dopo.

M. M.

 

Matteo Monte

Voce al Direttore

by -
Una buona fetta dell'impegnativa torta chiamata turismi (balneare, religioso, culturale, giovanile, ambientale, crocieristico...) è stata riservata l'altra sera a Gallipoli, durante un'assemblea plenaria, al...