Stalking: un anno e 10 mesi

Racale. Chiusa con il patteggiamento della pena, un anno e 10 mesi di reclusione, una storia di amore finito male  con l’uomo che non si rassegna alla fine della relazione e la donna costretta a subire minacce, pedinamenti e tutto quello che sinteticamente va sotto il nome di stalking. L’uomo, un commerciante 36enne di Racale, era stato denunciato dalla sua ex compagna che aveva deciso di mettere fine alla storia d’amore da cui era nato anche un bambino.  Sembra che i contrasti fossero diventati più forti proprio per l’affidamento del figlio. L’uomo nei primi mesi del 2012 aveva cominciato a pedinare la donna, impedendole di vivere serenamente,  appostandosi nei luoghi frequentati da lei e dal figlio, tentando anche approcci sessuali. Ci sarebbero state  delle aggressioni, non solo verbali, che provocarono alla donna contusioni guaribili in tre giorni. A questo punto l’inevitabile denuncia della donna. Da qui l’inizio dell’inchiesta e la conclusione di un’altra storia di non amore  con il patteggiamento della pena da parte dell’uomo.

Le cronache sono ormai pieni di fatti del genere perché si è diffusa in questi ultimi anni nelle donne la convinzione che alla violenza bisogna dire “No”. Le iniziative che si sono svolte dappertutto nella Giornata internazionale contro la violenza sulle donne ne è una valida testimonianza.

Commenta la notizia!