Spendere bene paga

by -
0 633

Uffici comunali di via Pavia: Gallipoli è capofila dell’Ambito sociale

Gallipoli. Tanto bravi da essere premiati: la parabola del nucleo di gestione delle ingenti somme destinate a realizzare interventi sociali a Gallipoli, Alezio, Sannicola, Tuglie, Taviano, Racale, Alliste, Melissano si è così efficacemente impennata da ottenere un riconoscimento importante. Dal Fondo nazionale delle politiche sociali (Fnps) ecco assegnati all’Ambito sociale di Gallipoli 182.283 euro come premialità per la gestione virtuosa dei progetti previsti, da cui è scaturito un maggiore e più adeguato utilizzo dei 6 milioni giacenti al giugno 2011 ed in attesa di impiego reale. La denuncia lanciata allora da “Piazzasalento” può quindi essere considerata un salutare campanello d’allarme ora da archiviare.

La somma aggiuntiva, assegnata nell’ambito del riparto del fondo nazionale, sarà impiegata per i programmi sociali da attuare nel 2013, essendo il piano triennale 2010-2012 stato prorogato di un anno. Ordine tassativo della Regione è quello di proseguire le attività di sostegno avviate negli anni precedenti; tra le priorità è indicato il servizio di assistenza per maltrattamenti a donne e persone sotto i 18 anni. In questo caso potrebbe ricevere un impulso notevole il centro sociale comprensoriale avviato da poco a Parabita su iniziativa della Provincia. Ma sarà il coordinamento degli amministratori degli otto centri interessati dal Piano di zona a decidere l’utilizzo del premio nella riunione già fissata per il pomeriggio del 29 novembre presso il Comune di Gallipoli, ente capofila.

Sempre per alimentare i servizi ai cittadini in difficoltà per varie ragioni nel corso del 2013, all’Ambito sociale di Gallipoli sono stati assegnati altri 146.280 euro dal Fondo globale socioassistenziale (Fgsa).

Buone notizie, insomma, per quanti attendono una mano di aiuto. E mentre si stanno definendo i precedenti due bandi per il reinserimento lavorativo (per 60 persone) e l’educativa domiciliare a favore di ragazzi e famiglie (100 i soggetti interessati), è uscito il bando per trovare a chi affidare il servizio di integrazione scolatica per l’anno in corso, a favore di portatori di handicap fisici, psichici e sensoriali: 180mila euro per garantire un monte ore di 12mila spalmato in 30 settimane. Scadenza il 19 dicembre.

Commenta la notizia!