Si parte col campo nuovo di zecca

di -
0 851

I giovani atleti della scuola calcio dell’Asd Sannicola con alcuni dirigenti

Sannicola. Presto sarà pronto il campo sportivo e i piccoli campioni della scuola Asd Calcio 2010, ne sono entusiasti e già sognano di essere al meglio.

«Quest’estate abbiamo curato l’organizzazione tecnica del torneo di calcetto che ha animato le serate del centro per tutto luglio – commenta Tommaso Erroi, il presidente – un’iniziativa decisamente ben riuscita finanziata dall’associazione commercianti. Il maggior impegno ora è far pazientare i nostri piccoli campioni che non vedono l’ora di allenarsi in uno stadio. Infatti l’anno scorso gli allenamenti si sono tenuti presso il palazzetto dello sport o nei campetti di Chiesanuova».

L’associazione si occupa del settore giovanile dai “primi calci” agli “allievi” passando attraverso “pulcini”, “esordienti” e “giovanissimi”.

«Siamo molto orgogliosi  – aggiunge Silvano Maregrande, vicepresidente e allenatore  dei “primi calci” e dei “giovanissimi” – del fatto che l’anno scorso tra gli oltre cento iscritti, ben trenta erano “primi calci” permettendoci di iniziare il percorso sportivo il prima possibile». I pulcini sono allenati da Sergio Tarantino e Gabrile Sances, gli esordienti da Roberto Chimienti, gli assistenti coach sono Massimo Minisgallo, Marco Cirocugno e Tommaso Portone, mentre la preparazione dei portieri è a cura di Salvatore Petruzzi e Mino Cimino. «Presto apriremo la nuova stagione dei reclutamenti  – spiega Gabriele Sances responsabile del settore giovanile, oltre che allenatore – e ai nuovi iscritti diamo sempre un kit di benvenuto: divisa, borsone, tuta, giaccone e pallone».

Ai tecnici si aggiungono i responsabili dell’area amministrativa Tonino Pisanello e Pino Simone, il fisioterapista Graziano Scorrano e i responsabili dell’area comunicazione e del sito internet Salvatore Stamerra e Franco De Filippo.

Oggi l’associazione desidera trovare persone motivate ad impegnarsi in un’attività dirigenziale rivolta proprio ai ragazzi del vivaio. «Il problema delle piccole realtà calcistiche è nella carenza di dirigenti, persone appassionate con la voglia di stare tra i giovani – sottolinea il presidente Erroi – che vogliano e sappiano impegnarsi nell’associazione come dirigente sportivo o allenatore, ruoli stimolanti che sicuramente servono per migliorare le capacità organizzative di ogni individuo, la gestione di un gruppo e la maggiore capacità di relazionarsi con altre persone».

 

Maria Cristina Talà

 

Commenta la notizia!