Sangue e carenze estive: dalla Asl l’appello ai donatori. Sempre operativi i centri trasfusionali di Gallipoli e Casarano

Lecce -«Abbiamo bisogno di sangue per evitare che la carenza possa aggravarsi»: questo l’invito rivolto dal direttore del Servizio Immunotrasfusionale della ASL di Lecce. Nicola Di Renzo, a tutti i donatori della provincia, “abituali ma anche volontari che si apprestano a donare per la prima volta”. Con la stagione estiva ormai avviata verso la sua conclusione si, è infatti, accesa la spia della riduzione delle scorte di sangue ed emoderivati per tutti i gruppi sanguigni e, segnatamente, per i gruppi sanguigni “0 positivo” e “A positivo”. Una situazione di difficoltà che, in questo inizio di settembre, accomuna i servizi trasfusionali di gran parte della Regione e, per certi gruppi, l’intero territorio nazionale.

Dal direttore Di Renzo giunge un invito verso le associazioni dei donatori, “che in estate hanno compiuto uno sforzo encomiabile”, a rinnovare l’impegno alla donazione e a farsi portavoce della cultura della donazione tra la popolazione, in particolare tra i giovani. Oltre alle raccolte straordinarie programmate periodicamente in varie piazze della provincia, la Asl ricorda che è sempre possibile recarsi nei Centri trasfusionali degli ospedali di Lecce, Gallipoli, Casarano, Copertino e Galatina, dove si effettua la raccolta ordinaria dal lunedì al sabato, dalle 8,30 alle 12,30.

In generale, la Asl informa che possono donare tutte le persone dai 18 ai 65 anni in buona salute, che non soffrano o abbiano sofferto di gravi malattie ai vari organi ed apparati, e che pesino più di 50 kg. Gli aspiranti donatori saranno poi valutati dal medico trasfusionista che deve stabilirne l’idoneità sulla base dell’anamnesi, dell’esame emocromocitometrico pre-donazione e dei risultati della visita medica. La Asl ringrazia sin d’ora “tutti i donatori, perchè grazie alla loro generosità ogni sacca raccolta può trasformarsi nell’anello vitale di una grande catena di solidarietà”.

Commenta la notizia!