A Salve e Ruggiano per passeggiare nel Salento dimenticato

SALVE. Passeggiare nello spazio e nel tempo, attraversando i centri storici e riascoltando voci e storie di un Salento dimenticato: sabato 19 agosto i borghi di Salve e della frazione di Ruggiano saranno il teatro a cielo aperto di un percorso teatralizzato a cura dell’associazione Sherazade. La passeggiata – guidata da Marco Cavalera dell’associazione Archès – durerà due ore, con partenza alle 21 da Salve, in piazza Concordia.

Realizzato in collaborazione con la compagnia teatrale Alibi e l’associazione culturale Errarte-Itinerari d’arte, l’evento rientra nel più ampio progetto del Parco Narrativo di Fine Terra, nato da un’idea dello scrittore Matteo Greco. L’obiettivo del Parco è favorire la conoscenza del territorio del Capo di Leuca attraverso il racconto delle storie di chi lo ha abitato e ne ha segnato l’immaginario: fra storia vera e leggenda, si dà voce a emigranti e guerrieri, damigelle e comandanti di navi romane, santi e sirene.

La passeggiata di sabato 19 agosto sarà anche un viaggio nel tempo, dal 1700 al secolo scorso. Camminando fra i vicoli, si scenderà in un frantoio ipogeo per poi arrivare a un santuario in campagna. Durante il percorso teatralizzato i visitatori saranno guidati da un pellegrino, incontreranno un bracciante calato in una cisterna, un ragazzo degli anni Quaranta alle prese con la serenata per la sua bella, e un parroco tentato dal demonio, fino a ritrovarsi a tu per tu con una santa. Info e prenotazioni al numero 320.8695021.

 

Commenta la notizia!