Romanzo e progetti da premio

di -
0 695

La manifestazione per il romanzo "Villa Paola"

Casarano.È stato presentato nei giorni scorsi il romanzo sulla legalità “Villa Paola”, scritto dagli alunni del liceo scientifico “Vanini” che hanno partecipato al progetto «Sud Stories», realizzato dal Liceo Docet nell’ambito del Pon «Le(g)ali al Sud: un progetto per la legalità in ogni scuola».

“Villa Paola”, si legge nell’introduzione, «è un “libro partecipato sulla legalità” ed è il lavoro conclusivo di un articolato percorso fatto di confronti e comparazioni tra le vicende biografiche di chi trascina la propria esistenza nelle strade buie dell’illegalità e di chi, al contrario, vive nel rispetto della legge e secondo le norme della convivenza civile. I veri protagonisti del libro, però, non sono i personaggi del romanzo, ma i ragazzi che a quei personaggi hanno saputo dare vita, “smascherando” il bluff dell’accattivante “bellezza” del potere mafioso. L’auspicio è quello di gettare un seme di speranza nel cuore dei nostri giovani, affinché il futuro di questa terra sia migliore».

Dopo i saluti del dirigente scolastico dello Scientifico, Sergio Pagliara, e della direttrice del Docet, Lucia Saracino, a presentare il libro sono stati il magistrato Carlo Errico, il responsabile del presidio casaranese dell’associazione Libera Francesco Capezza, il docente di diritti umani all’Università del Salento Attilio Pisanò ed il giornalista Alberto Nutricati.

Da segnalare, a proposito degli alunni dello Scientifico, la classe quinta C, il secondo posto alla seconda edizione del concorso «Green Technologies Award» organizzato dalla Schneider Electric ed il patrocinio  del ministero dell’Istruzione, con la conseguente aggiudicazione del secondo premio da 3mila euro.

Il “Vanini” vanta il primato di essere stato l’unico liceo italiano e l’unico istituto della Puglia ad essere stato premiato, grazie ad un lavoro relativo alla progettazione elettrica di un supermercato con elevata automazione degli impianti.

AN

Commenta la notizia!