Rischiò la vita nel manomettere il contatore dell’Enel: la denuncia dopo 14 mesi

Salve – Rischia di morire nel manomettere il contatore dell’Enel e, dopo circa un anno, viene pure denunciato per “furto aggravato”. L’episodio di cronaca risale al 23 aprile del 2017 quando a Torre Pali (frazione marina di Salve) il 38enne  oggi smascherato dai carabinieri (nato a Gagliano del Capo e residente a Salve) viene colpito da una fiammata nell’attivare il contatore di energia elettrica del proprio minimarket. Sulle prime si pensò ad un corto circuito, in grado di provocargli ustioni al volto per le quali venne pure ricoverato al Centro grandi ustionati dell’ospedale “Perrino” di Brindisi. Le successive indagini hanno, però, permesso di di scoprire la manomissione del contatore elettrico in questione, dal quale sarebbero stati rubati quasi 12mila kwh di energia.

Commenta la notizia!