Rifiuti, consegnato ai Comuni dell’Aro 11 il nuovo progetto

GALLIPOLI. Miglioramento del servizio di raccolta, incremento della raccolta differenziata con raccoglitori porta a porta e contenitori stradali, e anche una riduzione complessiva del costo per il servizio di igiene urbana rideterminato e spalmato, in proporzione, sui cinque Comuni dell’Aro 11 (Gallipoli, Alliste, Racale, Taviano e Melissano). L’iter per la definizione del nuovo appalto per la raccolta rifiuti dell’ambito ottimale di cui è capofila il comune di Gallipoli entra nel vivo. La bozza e le linee guida del nuovo capitolato per il servizio da affidare ad un gestore unico, mediante gara di evidenza pubblica, sono state approntate nel mese di dicembre. La società Ambiente Italia srl incaricata, dopo una procedura concorsuale, della progettazione del nuovo servizio ha consegnato il “progetto del servizio pubblico di igiene urbana di spazzamento, raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani e assimilabili e dei servizi annessi”. A questo punto il commissario ad acta dell’Aro 11, Roberto Polieri, incaricato dalla Regione a portare avanti  le procedure anche per la definizione del nuovo appalto dell’ambito gallipolino, ha trasmesso il progetto ai vari Comuni per le eventuali osservazioni da comunicare prima della definizione del procedimento conclusivo di approvazione e di indizione della gara.

Il sindaco di Gallipoli, Francesco Errico, in qualità di presidente dell’Aro 11 ha quindi chiesto di approfondire il progetto e il nuovo capitolato rinviando la comunicazione delle risultanze in seguito alle valutazioni in Consiglio comunale del 16 gennaio prossimo. Con apposito decreto il commissario ad acta dell’Aro11 ha sospeso quindi ogni determinazione in merito al nuovo appalto fino al 20 gennaio in attesa di conoscere le decisioni dei vari Consigli comunali. In un modo o nell’altro comunque il nuovo appalto si farà anche con pareri discordanti tra le municipalità.
La bozza progettuale prevede l’affidamento per sette anni ad un gestore unico (mediante gara pubblica) del servizio nei comuni di Gallipoli, Alliste, Racale e Taviano, mentre per Melissano si dovrà attendere la scadenza del contratto dell’attuale gestore fissata nel 2018. Una notevole riduzione dei costi del canone annuale interesserà soprattutto Gallipoli, che spende oltre 4milioni di euro più 1,6 milioni per gli oneri dello smaltimento in discarica. In particolare si punta ad ampliare il servizio di raccolta differenziata su tutto il territorio cittadino e nei complessi turistici, a migliorare e rivedere quello esistente con il ritiro porta a porta, ad aumentare le campane per la raccolta del vetro e l’arrivo di contenitori per farmaci scaduti. Il tutto per dare impulso anche alla differenziata.

Commenta la notizia!