Chiesa Umiltà: lavori e litigi

by -
0 968

La chiesa dell’Umiltà dopo il restauro della facciata

Parabita. Dopo 60 anni passati nel dimenticatoio e due sotto il buio delle impalcature, è tornata a risplendere, almeno nella sua facciata esterna, la Chiesa di Maria SS. dell’Umiltà, dichiarata “Monumento nazionale” sin dagli anni Venti del secolo scorso. Il protocollo d’intesa del 2009 tra Provincia, Comune e Curia di Nardò prevedeva il restauro conservativo dell’immobile per un importo di 300mila euro.

Nonostante gli accordi iniziali su una gestione congiunta del progetto, però, sembrano essere stata la Chiesa ad aver fatto fin’ora la parte del leone. I fondi promessi dall’ente provinciale non sono mai stati stanziati, ed è stata solo la caparbietà della parrocchia Matrice ad aver consentito il reperimento dei finanziamenti, concessi invece dalla Soprintendenza di Lecce.

«Se un passo avanti è stato fatto, lo si deve alla capacità dell’arciprete don Angelo Corvo», afferma il consigliere comunale Guido Pisanello, del gruppo di minoranza “Parabita Domani”, che lamenta la scarsa collaborazione dell’Amministrazione comunale e denuncia, oltretutto, presunte pressioni del sindaco Cacciapaglia per un’immediata rimozione delle impalcature, dopo il termine ultimo del 31 marzo.

«La legge è uguale per tutti – ha però, spiegato il primo cittadino, motivando il no alla proroga dei lavori – ho sollecitato la rimozione delle impalcature per agevolare il transito veicolare di via Serafino, per evitare gli incrementi di spesa pubblica che avrebbe comportato un’ulteriore sosta dei ponteggi e perché è in cantiere il rifacimento del basolato della strada».

L’“incidente diplomatico” con la Soprintendenza, però, non sembra privo di conseguenze. «Verranno erogati gli ultimi 80mila euro promessi per il rifacimento del tetto ma, dopo quanto accaduto, nessun altro aiuto economico verrà più stanziato sulla chiesa», ha riferito, amareggiato, il consigliere Pisanello dopo un colloquio con i vertici leccesi.

                                          DP

SIMILAR ARTICLES

Commenta la notizia!