Galatone – “Quel Millenovecento69” torna a casa: il romanzo di Giuseppe Resta (uscito a settembre per “I libri di Icaro”) è, infatti, pronto per la presentazione nella città di origine dello scrittore. L’appuntamento è fissato per sabato 13 ottobre, a partire dalle 18.30, nella sala conferenze del Palazzo Marchesale. L’architetto (classe 1957) racconterà la sua seconda opera di carattere letterario (dopo il successo di “Scirocchi Barocchi” del 2012) insieme alla giornalista e critica letteraria Giovanna Ciracì, con l’iniziativa arricchita dal reading dell’attore Salvatore Della Villa. «Sarà una serata light,  le messe cantate non ci piacciono». È l’associazione “A Levante” ad organizzare l’incontro.
Dopo le produzioni sulla storia locale e le guide turistiche ed enogastronomiche partorite guardando al suo territorio, Resta si testa dunque (per la seconda volta con un romanzo, ma quotidianamente attraverso i blog e i piccoli racconti) come narratore.

Il romanzo “Quel Millenovecento69” racconta un’Italia a fine anni ’60 vista dagli occhi del ragazzino meridionale Luigi, alle prese con la sua crescita fisica e non solo, ma immerso in un Paese che attraversa – nel fatidico ’69, “spartiacque di un mondo che sta cambiando” – un mutamento economico-sociale che va di pari passo con la formazione del ragazzo protagonista del romanzo.«“Lu Luigi percorre i suoi turbamenti adolescenziali, erotici e sessuali – anticipano da Icaro Libri, che ha presentato per la prima volta il romanzo nella sua sede leccese il 23 settembre scorso –  mentre la società si va staccando, anche a sud del Sud, dal piccolo mondo antico maschilista, governato dai patriarcati pubblici, non meno che da silenti matriarcati domestici, per convergere verso il consumismo e la cultura di massa».

Pubblicità

Commenta la notizia!