«Tempo di penitenza ma anche di solidarietà»

by -
0 528

Taviano.  Tra le tradizioni legate alla Quaresima e ai riti della Settimana santa, la processione interparrocchiale nei rioni periferici, attuata nel venerdì che precede la festività della Domenica delle Palme  è, senza dubbio, uno dei riti religiosi più pittoreschi  che si possono vedere a Taviano. Il rito della processione vede protagoniste le due parrocchie, San Martino e l’Addolorata.

Anche quest’anno la processione ha toccato tutti i quartieri che sono stati addobbati in maniera pittoresca. Quest’anno, in particolare, sono stati ricordati i poveri, coloro che non hanno niente. I fedeli dei vari rioni hanno regalato abiti e cibo per i più bisognosi. Moltissimi fedeli hanno partecipato commossi all’evento ascoltando il commento dei parroci.

Si è parlato soprattutto di penitenza e di preghiera: sono i giorni del perdono a tutti – hanno sottolineato i due parroci, don Antonio e don Fernando – sono i giorni della rinuncia agli intrattenimenti e agli svaghi, sono giorni improntati sull’accoglienza fraterna e sull’esame di coscienza personale.

«La processione vuole essere – aggiunge la catechista Anna Lia Marzano – una forma di sensibilizzazione della gente nel periodo pasquale e, inoltre, i parroci hanno la possibilità di incontrare i fedeli e di trasmettere il messaggio di Cristo. Nei giorni precedenti ogni chiesa ha organizzato la sua catechesi». Aggiunge Silvana Lupo, responsabile dell’Acr parrocchiale:«Oggi più che mai, che nella nostra vita quotidiana sembrano spariti i valori, queste fasi di riflessione servono all’uomo a far capire quanto grande sia il mistero della fede»

RP

Commenta la notizia!