Progetto raccolta rifiuti, il Consiglio comunale di Racale vuole vederci chiaro

donato metallo, saverio congedi, sergio mannniRACALE. Sul “Progetto dell’organizzazione dei servizi di spazzamento, raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani” nel territorio dell’Aro Le/11 (Gallipoli, Racale, Taviano, Melissano e Alliste), il Consiglio comunale vuol vederci chiaro. Nella sua relazione introduttiva, illustrata nell’assemblea cittadina del 23 gennaio, il sindaco Donato Metallo (foto) ha rilevato che la documentazione è deficitaria di molti elementi e che il servizio associato, così com’è, produrrà maggiori costi per i suoi concittadini. Perciò, a suo avviso, servono ulteriori chiarimenti da parte dell’Aro.

Dalle minoranze, Francesco Cimino ha puntato il dito contro la “politica farraginosa e fallimentare della Giunta regionale Vendola in materia di rifiuti che ha prodotto un enorme ritardo dei tempi di realizzazione dell’impiantistica necessaria”. Per Cimino “non ha senso mettersi insieme con altri Comuni se ciò non produce risparmio per i cittadini”. Il capogruppo di “Alleanza per Racale” ha preannunciato, inoltre, una richiesta d’accesso agli atti per controllare se tutto ciò che è previsto nel bando di gara è stato rispettato, evidenziando sia la necessità di sollecitare una riduzione del canone per la raccolta dell’umido, sia di allungare i tempi d’esecuzione del contratto a nove anni, invece dei sette previsti. Lorenzo Ria (“X la città nuova”) ha disertato la votazione finale perché, a suo avviso, “il Consiglio non è competente a deliberare su tale materia, essendo l’Assemblea dei sindaci dell’Aro l’unico organo deputato a farlo, ed è in quella sede che si sono evidenziate le gravi inadempienze da parte degli stessi sindaci”. Per il presidente del Consiglio Roberto D’Ippolito, invece, “l’argomento è rilevante per la cittadinanza e necessita il dibattito tra maggioranza e opposizioni”. La delibera emendata, con le osservazioni da presentare all’Aro, è stata approvata all’unanimità.

27 gennaio 2015

Commenta la notizia!