Presicce – Acquarica del Capo: prove tecniche di fusione

PRESICCE – “Insieme è meglio” è il titolo del convegno sulla fusione dei comuni di Presicce e Acquarica del Capo, che si terrà lunedì 23 ottobre, alle 17, presso la sala del Trono di palazzo Ducale di Presicce. I sindaci dei due paesi, rispettivamente Riccardo Monsellato e Francesco Ferraro, apriranno l’incontro e daranno il benvenuto agli ospiti della serata invitati a dare un proprio contributo sulla discussione che, tra favorevoli e contrari, tiene banco da anni. Interverranno: l’onorevole Rocco Palese, vicepresidente della commissione Bilancio della Camera; Antonio Decaro, sindaco di Bari e presidente dell’Anci nazionale; Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia e Luigino Sergio, redattore dello studio di fattibilità. La proposta di fondere i due Comuni in un unico ente risale a decine d’anni fa ma, da argomento propagandato durante le campagne elettorali, nel tempo è diventato un progetto sempre più fattibile. E negli ultimi anni le due amministrazioni locali stanno seguendo tutta la procedura per poterlo realizzare.

Un primo studio di fattibilità già c’è; un mese fa urbanisti e architetti hanno studiato il territorio per poter avanzare una proposta di Pug condiviso e l’incontro di lunedì continua nel solco dell’informazione sui vantaggi che se ne potrebbero ricavare. Espletate tutte le procedure, saranno poi i cittadini a decidere con un referendum. Intanto proprio l’onorevole Palese ha depositato una proposta di legge per chiedere di prolungare da dieci a quindici anni l’erogazione del contributo straordinario per la fusione e per introdurre un nuovo comma che garantisca “modalità, misura e tempi di erogazione del contributo”, proposta che a quanto pare ha consenso bipartisan. Se andrà in porto la fusione tra Presicce e Acquarica sarà la prima esperienza tra due comuni in Puglia.

Commenta la notizia!