Patù – È sempre la questione legata alla costruzione dei nuovi stabilimenti balneari nella baia di San Gregorio a tenere accesa la polemica a Patù. Non va per il sottile la consigliera di minoranza, capogruppo di “Scegliere Insieme”, Maria Luisa Cucinelli che, in un manifesto fatto affiggere in paese, lancia contro il sindaco Gabriere Abaterusso l’accusa di essere un “dittatore”. «I cittadini hanno bisogno di risposte certe», afferma la Cucinelli accusando il Sindaco di “poca chiarezza” sulle ipotesi di sviluppo della marina. «Il sindaco ha ritirato le deleghe ai suoi consiglieri ed assessori impedendogli di informare i cittadini di questa sua decisione», afferma ancora la consigliera di minoranza rimarcando vicende giudiziarie personali che hanno visto coinvolto Abaterusso.

La risposta del Sindaco Pronta la risposta del Primo cittadino che afferma: «Avevamo ragione noi! Gli ipotetici stabilimenti balneari di San Gregorio e Felloniche sono solo una scusa per attaccare me e l’Amministrazione comunale. Cosa che la dottoressa Cucinelli fa da anni in maniera velenosa». Abaterusso ammette il ritiro delle deleghe e precisa: «Ogni assessore e consigliere continua ad operare autonomamente e liberamente. Questa scelta di metà mandato è condivisa e finalizzata al confronto per una redistribuzione più consapevole delle deleghe al fine di garantire la massima efficienza dell’apparato amministrativo». Intanto resta sempre aperta la discussione sulla bozza del Piano comunale delle Coste che non è ancora in vigore e sulla quale il Comune, al momento, ha solo preso atto della consegna da parte dei progettisti.

Pubblicità

Commenta la notizia!