Tirocinio formativo presso il Comune: ok al nipote del sindaco ed è scontro

by -
0 805

Alliste. Le festività natalizie sono oramai terminate e si ritorna al lavoro (per chi ce l’ha). «Intanto Babbo Natale ha regalato un bel posto di 750 euro al mese per sei mesi al nipote del sindaco», si legge sul manifesto d’auguri ai cittadini preparato dal gruppo consiliare di “Democrazia è partecipazione”, capeggiato da Manuela Coi.

Ha sollevato un polverone (tra volantini anonimi e battibecchi su Facebook), infatti, la vicenda con protagonista il nipote del sindaco Renna, risultato potenziale vincitore di un tirocinio professionalizzante (messo in palio dalla Provincia che, dunque, dovrà eseguire le successive  verifiche) da svolgersi presso il Comune di Alliste.

Chi ha gridato al favoritismo, però, non l’ha fatto per il rapporto di parentela tra tirocinante e primo cittadino, ma perché il candidato Marco Mario Renna non sarebbe in possesso del requisito d’accesso alla selezione, ossia del “diploma di geometra, diploma di perito industriale o diploma di ragioniere”, come si legge nel bando del Comune. Il prescelto è infatti un “tecnico della gestione aziendale”, titolo equiparato a quello di ragioniere, ma la dicitura “o titoli equipollenti” non compariva sul bando. Il sindaco Renna ha spiegato subito che “l’equipollenza tra i titoli di studio, nei concorsi pubblici, si applica per legge anche se non esplicitata dal bando”.
Il consigliere di minoranza Daniele Fersini sottolinea però  che “ad ogni modo, sarebbe stato corretto specificare, sull’avviso, la validità dei titoli equipollenti. Il bando ha tratto in inganno molti ragazzi che, magari pensando di non avere il titolo richiesto esplicitamente nel bando, hanno rinunciato a partecipare».

RR

Commenta la notizia!