Pietre, architettura e ricerca

di -
0 930

Parabita. Un meeting di respiro internazionale, con esperti di fama e provenienza mondiale convenuti a Parabita per confrontarsi su architettura e valorizzazione dei beni culturalisi.

Ad organizzare e promuovere l’intensa due giorni, giunto alla sua quarta edizione, la “Domus Petrae Artis” di Giuseppe Leopizzi (al centro nella foto), storica e pluripremiata azienda edile da sempre impegnata sul fronte dell’alta formazione e della specializzazione professionale delle maestranze.

Dopo i saluti delle massime istituzioni locali, il simposio ha visto alternarsi gli interventi di accademici provenienti dai migliori atenei italiani, specialisti ed alti funzionari del ministero per i Beni e le attività culturali, che si sono interrogati sulle politiche necessarie alla salvaguardia e alla promozione dei patrimoni culturali, anche alla luce delle recenti innovazioni tecnologiche e delle vicissitudini socio-economiche che stanno cambiando il volto del settore.

Punta di diamante del convegno, la presenza di una delegazione proveniente dalla Turchia, con i sindaci di Antiochia e Samandag ed un rappresentante del ministero turco per i Beni culturali.

«L’amore per questo mestiere e la dedizione per un aggiornamento e una ricerca costanti li devo a mio padre Gaetano», ha spiegato Giuseppe Leopizzi, amministratore unico dell’azienda, da dieci generazioni operante nell’arte della pietra, specializzata nel restauro monumentale.

All’azienda è stato, inoltre, conferito anche un riconoscimento da parte della Camera del commercio di Lecce per essere una delle più longeve e qualificate imprese della provincia.

DP

Commenta la notizia!