Pietrabianca poco serena

Casarano. Chiedono “l’attenzione delle istituzioni e delle forze dell’Ordine” le famiglie di contrada Pietrabianca che hanno costituito un comitato di quartiere per far fronte all’emergenza criminalità nella zona.

Il problema è rappresentato, in principal modo, dalle due piazzette che la sera rimangono regolarmente al buio “per favorire – affermano i residenti – lo spaccio di sostanze stupefacenti da parte di quanti hanno preso la zona come punto di riferimento per la loro attività”.

«Iniziamo a garantire la pubblica illuminazione e poi garantiamo una maggiore vigilanza per evitare che Pietrabianca venga identificata come zona di  spaccio», fanno sapere dal quartiere sito nell’estrema periferia a nord-est della città. Malgrado la presenza di una parrocchia molto attiva, lungo i viali della contrada la paura è che “certe situazioni” diventino normali.

Negli ultimi mesi ci sono stati anche alcuni interventi dei carabinieri, con sequestri che circolano con periodicità nella zona, ma i residenti chiedono di più. La loro protesta è stata ripresa anche dal consigliere di minoranza Attilio De Marco (Udc) che ha invocato “un’azione congiunta delle forze dell’Ordine”.

Intanto altri residenti contestano l’immagine di Pietrabianca quale area “degradata e abbandonata”.

Commenta la notizia!