Parco eolico a Taurisano, un coro unanime «Non s’ha da fare»

di -
0 732

La strada tra Tuarisano e Ugento dove dovrebbe sorgere il parco eolico

«Il parco eolico non s’ha da fare». Taurisano è compatta contro il progetto da 18 aerogeneratori che la «Erg Eolica» ha intenzione di realizzare a Ugento, nelle vicinanze del confine con Taurisano e Casarano. Il 28 gennaio si è svolta un’assemblea organizzata da Rifondazione Comunista e dai Socialisti Italiani, alla quale hanno partecipato molti cittadini ed esponenti di associazioni e forze politiche. Le opinioni sono state unanimi: il parco eolico danneggia territorio, ambiente e agricoltura.

L’incontro, moderato dal consigliere Salvatore Rocca, è iniziato con le parole dell’esperto di archeologia Stefano Cortese, che ha segnalato la presenza di importanti evidenze archeologiche e storiche nella zona interessata dal progetto. La parola è poi passata al referente del «Forum Ambiente e Salute», Alfredo Melissano. L’esperto, dopo aver spiegato che l’impianto in progetto non rispetta le regole per le «buone energie rinnovabili», ha fatto notare che la Puglia produce già il 160% in più dell’energia di cui ha bisogno.

Molto forti anche le parole della segretaria provinciale del Prc Roberta Forte: «La popolazione si sta svegliando, è stanca di farsi trattare da cavia e di essere la vittima delle convenienze affaristiche di pochi». L’esponente politica si è scagliata contro il Comune di Ugento, «che vende il suo territorio per un piatto di lenticchie».

Il presidente del comitato «Io conto» di Ugento, Vito Rizzo, si è detto fiducioso in una vittoria della volontà popolare. Contrarietà verso il progetto anche dal sindaco Lucio Di Seclì, dagli assessori Francesco Damiano e William Maruccia, dal presidente della sezione Sud Salento di «Italia Nostra» Marcello Seclì, dal consigliere socialista Antonio Micaletto e da molti rappresentanti di associazioni e cittadini.

Il 30 gennaio, intanto, è scaduto il termine per presentare le osservazioni in vista del rilascio della Valutazione di impatto ambientale (VIA). In Regione sono giunte le documentazioni del Prc di Ugento, del Pdci di Ugento e Casarano, del circolo Pdl-Asdi di Ugento, del comitato «Tutela del territorio» (di cui fanno parte «Io conto», Lilt, «Italia nostra» e il Pdl di Casarano), della maggioranza e dell’opposizione di Taurisano, del Comune di Casarano e di molti cittadini residenti nelle zone interessate dal progetto. Osservazioni anche dal Prc di Galatina e del Comune di Cutrofiano, dai cui territori è previsto il passaggio di un elettrodotto collegato al parco eolico.              

PT

Commenta la notizia!