A Parco Angelica è già arrivata l’estate

PARABITA. Ci sarà anche un Premio Nobel per la pace a rinforzare il già prezioso libro degli ospiti di Parco Angelica. Nell’ambito del ciclo di “lectio magistralis” della scuola di formazione socio-politica, il 10 maggio, alle 20, interverrà anche Francesco Gnisci Bruno, già premio Unesco per l’educazione alla pace nel 1984 e poi Nobel come vicepresidente dell’associazione internazionale per la prevenzione della guerra nucleare “International physicians for the prevention of nuclear war”, una federazione  nata nel 1980 per sensibilizzare i medici e spingerli a far pesare la loro influenza contro la minaccia rappresentata dalle armi nucleari.

Insieme a lui si discuterà di equilibri internazionali, impegno civile e sociale, di politiche ambientali ed energia. Un testimone che, come ormai da tradizione, coglierà la madrina del parco, Rita Borsellino, al lavoro insieme a don Angelo Corvo, custode pro tempore del bene per conto della parrocchia Matrice, per mettere a punto il cartellone estivo, dove troveranno spazio momenti ludici e di socialità ma anche riflessioni sul sempre presente tema della lotta alle mafie e alle illegalità.

Ancora in fase di organizzazione, ma già certa, una rappresentazione teatrale in dialetto siciliano “E vui durmiti ancora” curata dalla stessa europarlamentare. E, novità di sicuro interesse per i parabitani, la realizzazione di alcuni campetti da gioco grazie alla collaborazione della ditta edile “Leopizzi 1750”. In arrivo spazi gratuiti per giocare a pallavolo, calcetto e tennis. In programma anche la diretta delle partite dei mondiali di calcio in Brasile.

Commenta la notizia!