Nardò Gallipoli Leuca –  E’ stato il Salento, arco jonico, per il secondo anno consecutivo, a fare da location alla storica e divertente trasmissione estiva Paperissima Sprint di Antonio Ricci, già in onda tutte le sere su Canale 5 e che andrà in onda per tutta l’estate, presentata da Maddalena Corvaglia (di Presicce) e dal “Gabibbo” con gli sketch di Luca Abete e di Pinuccio, inviato di “Striscia la notizia”.  Le scene, girate tutte a giugno tra il Blu Salento Village di Sant’Isidoro di Nardò e Santa Maria di Leuca, con un’escursione a bordo della barca “Alexander”, hanno visto come protagonisti giovani e talentuosi salentini, che hanno partecipato al programma con scene di fitness, canto e ballo: Giulia Bray, 23 anni, di Gallipoli; Matteo Perrone, 23 anni, Anna Donadei 23 anni e Gianni Ruvolo, 31 anni di Nardò; Cristian Corvaglia e Daniele Spedicato, di Brindisi; Luciano Rizzello, 31 anni e Stefano Manco, 25 anni, di Galatina; Andrea De Salve, 20 anni, di Matino; Riccardo Miccoli, 23 anni, di Copertino; Gabriele Greco, 25 anni, di Alezio; Miriana Castrignanò, 24 anni e Sara Politi, 28 anni di Lecce; Cristiana Fiorenza, 18 anni, di Parabita; Tanya Natale, 26 anni, di Casarano ed infine Niky Corrado, 34 anni di Montesano.

Le selezioni e i selezionati I ragazzi sono stati selezionati e coordinati da Silvio Mosca, 46 anni, ballerino professionista, maestro di ballo, showman e presentatore, fondatore e co-presentatore dell’evento “Unione latina europea”, aiutato dalla gallipolina Vanessa Negro. Nato a Milano, gallipolino d’adozione da un paio d’anni e attualmente residente ad Alezio, Silvio Mosca ha recentemente lavorato a Mediaset e Italia uno con “Fattore umano”, una trasmissione di candid camera e di esperimenti sociali. “In realtà – spiega Silvio Mosca – ciò che mi lega allo staff di “Striscia la notizia” e “Paperissima Sprint” è un’amicizia trentennale con Rocco Gaudimonte, l’animatore del Gabibbo. Gli autori avevano diverse opzioni dove poter girare gli sketch di quest’anno, ma hanno valutato il fatto che io fossi sul posto e che avrei potuto aiutarli da qui. Ogni anno è una sfida trovare i personaggi richiesti dalla produzione, che non devono essere solo belli ma anche bravi; e soprattutto la sfida è nella ricerca dei sosia, come Monnalisa (interpretata da Anna Donadei e protagonista anche di un altro sketch dove ha insegnato la pizzica), D’Alema (che non siamo riusciti invece a trovare e il cui sosia abbiamo dovuto farcelo mandare da Milano) e Cannavacciuolo, che grazie alle truccatrici, ho potuto interpretare io; giusto per fare qualche esempio”.

Entusiasmo e impegno sul set Durante le riprese i ragazzi si sono scoperti così affiatati tra di loro che le riprese sono finite anche prima del previsto, visto che per molte scene è stata “buona la prima”. “I protagonisti si sono alla fine definiti entusiasti di quest’esperienza – conclude Silvio Mosca – perché si sono divertiti, si sono emozionati, sono anche cresciuti professionalmente ed alla fine, quando abbiamo finito di girare, hanno pure pianto, perché sono nate delle belle amicizie tra di loro ed erano dispiaciuti dal fatto di non potersi vedere più ogni giorno. Intanto sto portando avanti il format “Il cappellaio matto” e sto collaborando con una trasmissione che andrà in onda in Inghilterra e racconterà alcune storie di italiani che ce l’hanno fatta a Londra. In questo nuovo programma verranno raccontate anche la storia di due salentini: Fabio Falconieri, medico cardiochirurgo di Nardò e del gallipolino Daniele Ottaviano, partito in cerca di lavoro e dopo pochi mesi diventato responsabile di un punto vendita della Nespresso”.

Pubblicità

 

 

Pubblicità

Commenta la notizia!