Svizzera, dal lavoro alla festa

by -
0 716

La serata di musica e sapori salentini a Niederbipp

Matino. Musica e sapori salentini si sono trasferiti per una notte a Niederbipp per la “Notte della taranta salentina in Svizzera”. A portarli in viaggio, con una delegazione di circa 80 persone, è stata l’Unione pugliesi emigranti di Matino, associazione presieduta da Vincenzo Marsano, che da 20 anni organizza eventi e manifestazioni anche oltre confine. In questo caso fondamentale è stata la collaborazione con il Circolo emigranti di Niederbipp presieduto da Giuseppe Scolozzi che spiega com’è nata due anni fa la manifestazione.

«L’ iniziativa scaturisce dal gemellaggio in corso tra le città di Matino e Niederbipp, sancito già dodici anni fa. Da qui l’idea di far conoscere agli amici svizzeri le nostre tradizioni, musicali, con i balli e l’arte culinaria», afferma Scolozzi. E gli amici svizzeri hanno partecipato in tanti (erano circa 800 provenienti da ogni parte della nazione) per una serata di spettacolo per giunta neppure gratuita. Una vera e propria “chermesse matinese-salentina”, come la definisce Scolozzi, allietata da due gruppi matinesi, il coro dei “Magnifici 100” e l’ orchestra di canti e balli popolari “Vento del Sud”.

Anche a Lecce, negli scorsi giorni, si è parlato di emigrazione. L’argomento è stato affrontato dall’assessore provinciale alle Relazioni internazionali Marcella Rucco, insieme alle associazioni degli emigranti di Nardò, Matino e Gagliano del Capo, con lo scopo di proporre la creazione di una “rete”, tramite un protocollo d’intesa, che possa servire, come dichiarato dall’assessore “a condividere esperienze, conoscenze storiche e culturali e ad elaborare proposte e iniziative a favore degli emigranti salentini all’estero”.

MAQ

Commenta la notizia!