Donatori e alunni in una rete solidale

Piazza Garibaldi in festa con i ragazzi dell’Istituto comprensivo

Tuglie. Una piazza Garibaldi gremita di bambini e famiglie ha fatto da scenario alla festa conclusiva del progetto “Non soli ma solidali” (foto), promosso dall’associazione Fidas di Tuglie in collaborazione con l’Istituto comprensivo “Aldo Moro” e con il patrocinio dell’Amministrazione comunale.

Decine di studenti con canti, recite, balli, filmati e letture hanno testimoniato il loro impegno e concluso nel migliore dei modi un progetto che li ha visti impegnati durante l’anno con ottimi risultati.

Molto significativa e coinbvolgente la testimonianza di una donna diventata donatrice solo all’arrivo della lettera della nipote la quale, nell’ambito della manifestazione “Caro non donatore ti scrivo”, la esortava a donare il sangue in occasione della “Festa del donatore” organizzata dalla Fidas tra i banchi di scuola.

«È stato un lavoro lungo e faticoso ma non privo di gioie e di soddisfazioni», afferma il presidente della Fidas Valter Giorgino.

“Non Soli ma Solidali” si è concluso all’insegna della festa centrando quello che era l’obiettivo principale, ovvero il coinvolgimento degli adulti, attraverso i ragazzi, sulla consapevolezza che bisogna seminare oggi per formare i donatori del domani.                                  

GP

SIMILAR ARTICLES

Commenta la notizia!