Noemi: nella nuca la punta di un coltello. Nuova perquisizione in casa del 17enne reo-confesso

MONTESARDO (ALESSANO). I carabinieri hanno fatto ritorno, nelle ultime ore, presso l’abitazione del 17enne reo confesso dell’omicidio di Noemi Durini, a Montesardo, per una nuova ispezione. Alla luce degli esiti dell’autopsia compita lo scorso martedì, gli inquirenti cercano il coltello utilizzato dal giovane (ora detenuto in Sardegna) per l’omicidio. Nell’appartamento si cerca la parte mancante dell’arma, visto che la punta è stata ritrovata nella nuca della 16enne di Specchia di cui ieri si sono celebrati i funerali. Questo agghiacciante particolare sarebbe stato rilevato dallo stesso 17enne nel corso dell’interrogatorio in cui aveva confessato il delitto. Il ragazzo ha poi affermato di aver nascosto il coltello in una zona di campagna, salvo non riuscire poi ad indicarla. Secondo la sua ricostruzione, il coltello in questione gli sarebbe stato fornito da Noemi, nel giorno della sua scomparsa e (a quanto pare) anche del suo omicidio, per mettere in atto l’esecuzione dei genitori del ragazzo.

Salva

Commenta la notizia!