Neviano, il 31 luglio e il primo agosto è festa con “5ª Generazione”

by -
0 1023

La festa in piazza dello scorso anno con la musica popolare salentina dei “Pizzicacore”

NEVIANO. Negli anni cinquanta molti nevianesi lasciarono la propria terra per cercare fortuna in Svizzera. Gran parte degli espatriati si recò nella città di Langenthal, nel canton Berna, ora gemellata con la città di Neviano. Solo una piccola parte di loro ha fatto, dopo lungo tempo, ritorno nel paese natale; gli altri sono invece rimasti fuori nazione rafforzando i propri rapporti economici e sociali con quanti, ormai tanti anni fa, li accolsero. È per radunare e ricordare i protagonisti di quell’esodo che in paese si celebra ormai da tempo la festa degli Emigranti.

Ed è conto alla rovescia, allora, per l’attuale imminente edizione della “Notte degli emigranti”, organizzata da “5ª generazione”, ossia l’associazione “Emigranti nevianesi nel mondo” di Salvatore D’Ostuni, assieme all’associazione “Notte bianca nevianese” con il patrocinio (gratuito) del Comune. Al centro della festa del 31 luglio e del primo agosto, ci saranno subito i bambini: dall’ultimo giorno del mese di luglio, potranno divertirsi spensierati grazie alle gigantesche giostre gonfiabili installate appositamente nell’area mercatale; nella stessa serata, poi, andrà in scena una frizzante animazione con il noto gruppo musicale “Riviera salentina”. Il giorno successivo, primo d’agosto, invece, si vivrà la consueta – divertente per chi la guarda ma faticosa per chi la vive in prima persona – arrampicata sul palo della cuccagna. La serata sarà poi suggellata dalla voce di Enzo Petrachi e dalle note della sua orchestra. Non mancherà, sicuramente, un viaggio – più o meno nostalgico – nel tempo e nei luoghi dell’emigrazione.

Commenta la notizia!