Mistero sulla morte in cella di un 44enne: aperta un’inchiesta

TUGLIE – Stava scontando un residuo di pena di sei mesi, a fronte di una condanna per spaccio di sostanze stupefacenti e furto per un anno, il 44enne tugliese Roberto De Salve ritrovato cadavere ieri mattina nella sua cella a Borgo San Nicola. Stando ai primi controlli, sul corpo non risultano segni di violenza. Di certo inutili si sono rilevati i primi tentativi di rianimazione. Sull’accaduto la Procura di lecce ha aperto un fascicolo d’indagine e sarà l’autopsia disposta dal sostituto procuratore Roberta Licci a fare chiarezza sulla morte di Salve. I famigliari del 44enne vogliono vederci chiaro e si sono affidati all’avvocato Luigi Greco.

Commenta la notizia!