Alessano – La voglia di sentirsi a casa, di non dover andare in giro “come una trottola” e il desiderio di mettere a disposizione la sua enorme esperienza maturata negli anni hanno portato Mirko Corsano (foto) ad Alessano dove sarà team manager dell’Aurispa nella prossima stagione di A2. Dopo diversi anni da allenatore, il pallavolista di fama mondiale di Ugento, atleta che ha calcato i più prestigiosi campi in Italia e all’estero (ha realizzato oltre 200 presenze in nazionale; ha partecipato e vinto medaglie alle Olimpiadi e in diverse competizioni europee e altro ancora), dopo diversi anni da allenatore si presenta, dunque, ad Alessano in una nuova veste.

I motivi della scelta «Chi mi conosce bene non si sorprende della mia scelta – afferma Corsano – non ne ho mai fatto una questione di prestigio o di categoria, per me la pallavolo è passione e scelgo gli incarichi dove mi è possibile esprimerla al meglio. Io sono onorato di poter far crescere una squadra come l’Alessano. In più mi sono sentito desiderato, accettato in tutto e per me la fiducia è alla base. È questo che mi ha portato ad accettare l’invito, oltre al fatto di voler trovare una base, stare a casa mia».

Lunedì 27 il raduno La prima uscita pubblica sarà lunedì 27 agosto, quando Corsano, insieme al resto del gruppo, parteciperà al raduno che segnerà l’avvio ufficiale della stagione 2018/2019 (il 14 ottobre a Spoleto la prima gara di campionato). «In quell’occasione conoscerò la squadra – continua Corsano – mentre l’allenatore lo conosco già e gli ho parlato molto chiaramente». In una riflessione sulla pallavolo, il neo manager dice che nel Salento c’è sempre stata fame di volley e il territorio ha avuto delle eccellenze nel corso degli anni, “ovviamente servono le strutture e i finanziamenti e soprattutto dotarsi di un’ottimo team dirigenziale per crescere, così come sta facendo l’Alessano”.

Pubblicità

Prima esperienza da team manager  «Quando si accettano incarichi iniziano anche le responsabilità e per questo bisogna essere preparati – afferma Corsano – ho bisogno di crescere anche io di imparare sicuramente, perché non si finisce mai di farlo. Però qualcosa qualcosa inizia balenare in testa, ho le mie conoscenze ed esperienze e cercherò di metterle a disposizione. Di sicuro metterò la passione e la serietà che in tutti questi anni ho dato per tutto ciò che ho fatto».

Pubblicità

Commenta la notizia!