«Ulivi secolari a rischio: si intervenga»

di -
0 623

La zona dove sono stati espiantati gli ulivi

Matino. Preoccupazione per gli ulivi di via Prati Verdi, da qualche giorno, infatti, sono in corso i lavori per procedere all’allargamento della strada che porta al campo da baseball.

Una segnalazione effettuata dall’associazione Spes di Matino, infatti, ha fatto sorgere il dubbio che non tutti gli ulivi secolari, siano sottoposti alla tutela prevista dalla legge regionale n. 14 del 04 giugno 2007. La stessa legge, prevede alcune deroghe al divieto di espianto degli ulivi e l’articolo undici stabilisce le modalità di reimpianto che dev’essere eseguito a carico del realizzatore dell’opera e “in aree libere degli stessi lotti di intervento o, subordinatamente, in altre aree di proprietà privata o pubblica del territorio comunale o di comuni vicini”.

Ma andiamo con ordine, l’Amministrazione comunale ha disposto l’esecuzione dei lavori in via Prati Verdi, lavori che rientrano nel progetto Pirp (Programmi integrati di riqualificazione delle periferie) e che prevedono interventi di riqualificazione o realizzazione di edilizia residenziale pubblica ed infrastrutture. Nel caso specifico per realizzare l’allargamento stradale è stato necessario procedere all’esproprio di alcuni terreni, in cui si trovano coltivazioni varie, vigneti e per lo più uliveti.

Tra gli ulivi anche alcuni secolari. «Uno in particolare – dice la signora Marilena Nicoletti – ha sicuramente più di 300 anni ed ha una conformazione molto particolare, i contadini hanno venduto le terre con la promessa che questi alberi saranno reimpiantati in un altro posto, ma dubito, perché gli alberi una volta espiantati vanno ripiantati entro lo stesso giorno»: questo quanto raccontato dalla operatrice presso l’associazione Spes, una onlus che si occupa di tutela degli animali, più di tutto preoccupata per il grave danno ambientale che, in caso di riscontro positivo, potrebbe subire il territorio.

                                    MAQ

Commenta la notizia!