Matino ha la sua “Voce del Villaggio”

L'inagurazione con il vescovo Filograna

L’inagurazione con il vescovo Filograna

MATINO. Non poteva mancare nel progetto “Villaggio” e, infatti, è arrivato. Si chiama “La voce del Villaggio del fanciullo” ed è un periodico d’informazione della parrocchia San Giorgio. Nella quattro facciate del primo numero si parla di progetti, obiettivi, bilanci e auguri. «Il nostro impegno nasce dalla volontà di accompagnare le nuove generazioni nel loro cammino di vita e di fede utilizzando, in modo critico e intelligente, le nuove tecnologie trasformandole in opportunità e sostenendo le famiglie che chiedono aiuto e consiglio» così, don Primaldo Gioffreda parroco della parrocchia e responsabile del progetto, riassume l’attività del centro, coordinato da Cosimo Mudoni, costituitosi nel 2012 come sezione territoriale dell’Anspi.

Il Villaggio come centro di aggregazione si pone quindi a fianco delle famiglie, ma anche a sostegno dell’istituzione scolastico. Caposaldo di tutte le attività promosse è il concetto del laboratorio, il Villaggio diventa così una fucina creativa nella quale si insegna attraverso il fare e attraverso cui si sviluppano le capacità espressive e cognitive dei ragazzi. Lo spiega meglio, attraverso le pagine del periodico, la specialista Luana Rizzo che opera nel centro: «È dimostrato che i bambini privati nei primi anni di vita delle possibilità di avere interazione con i coetanei e con gli adulti subiscono un ritardo nello sviluppo psico-motorio». Sono cinque i settori già sviluppati: sport, in particolare calcetto, per i bambini dai sei ai 13 anni; musica, con lezioni di batteria, chitarra, pianoforte e strumenti a fiato; manualità, con lezioni di creatività e taglio e cucito; intarsio, su legno e la recitazione teatrale.

A rendere possibile tutto ciò è la dedizione di numerosi volontari e delle insegnanti che operano per i giovani del “Fanciullo”: Stefania De Matteis, Roberta Giuri, Luana Rizzo, Alessandra Romano e Lucia Romano. Nei mesi scorsi la struttura, in occasione della Festa del Villaggio, è stata visitata anche da don Gino Ruperto, vicario generale della diocesi Nardò-Gallipoli, e dal vescovo Fernando Filograna il quale ha giudicato il progetto come “centro d’eccellenza per l’intera comunità”.

Commenta la notizia!