Fervono i preparativi per un grande Presepe

by -
0 729

Matino. Quest’anno a Matino va in scena il presepe vivente a cinque anni di distanza dall’ultima edizione. Le date definitive sono il 26 dicembre e primo gennaio, dalle 18 alle 21 e quella finale del 6 gennaio dalle 17 alle 19.

I personaggi che hanno fatto la storia religiosa rivivranno nelle corti, nei vicoli, nei frantoi apogei, attraverso anche l’interpretazione dei più antichi mestieri. Gli Amici del Presepe, insieme alle altre associazioni territoriali proporranno ai visitatori circa 20 scene, animate da un centinaio di personaggi, il tutto corredato da un suggestivo gioco di luci.

I palazzi matinesi, che di giorno fanno da cornice alle attività cittadine, durante le feste prenderanno una nuova veste e diventeranno i protagonisti delle scene più significative della natività. Gli allestimenti per riprodurre la grotta e gli ambienti del presepe sono in procinto di partire.

Si partirà dall’Arco della Pietà dove ci sarà la postazione del Censimento. In piazza San Giorgio andrà in scena il banchetto di Erode nelle sale del palazzo Marchesale del Tufo che, per l’occasione, aprirà le porte del Museo dell’arte contemporanea. Tra via Cadorna e via Verdi la Vergine Maria e Giuseppe aspetteranno prima e festeggeranno poi la nascita del Salvatore.

Nella serata finale i Re Magi, a cavallo, offriranno a Gesù Bambino oro, incenso e mirra. Per la gioia dei più piccoli, lo spettacolare volo della Befana che porterà dolci a tutti. Infine, l’estrazione della lotteria.

«Sapevamo che non sarebbe stato facile – afferma Luca Cataldo, uno dei primi a credere nell’iniziativa – e che il coraggio di un esiguo gruppo di amici non sarebbe stato sufficiente per fare fronte alle difficoltà soprattutto quelle economiche. Ma grazie alla sensibilità manifestata dal Comune e in particolare dall’assessore alle Politiche per la famiglia, Giorgio Toma e grazie alla collaborazione dalle associazioni matinesi, siamo riusciti a formare una buona squadra».

Un lavoro collettivo, al quale ognuno da il proprio contributo, in base alle competenze. Un grosso aiuto è stato dato anche dalle aziende locali che Luca ringrazia profondamente. C’è ancora tanto lavoro da fare e si sa, in un presepe più personaggi affollano il paese meglio è, perciò è ancora valido l’invito a partecipare. Per avere delle informazioni si può telefonare al 346/4794368.

SM

Commenta la notizia!