Matino, per rimuovere l’amianto il Comune finanzia fino a 1.500 euro

Giorgio Toma

Matino – Fino a 1.500 euro per i cittadini di Matino che intendono smaltire l’amianto avvalendosi di ditte specializzate. Il Comune ha ottenuto un finanziamento dalla Regione di 35mila euro; l’Amministrazione comunale a sua volta ha integrato questi fondi con una quota di partecipazione di 8.750 euro, da destinare a titolo di rimborso a fondo perduto per tutti coloro che effettueranno interventi di rimozione e bonifica dell’amianto, materiale notoriamente cancerogeno, seguendo le procedure previste dal Comune e dalle norme e nel pieno rispetto dell’ambiente.

Il contributo, nel dettaglio, può essere chiesto per lo smaltimento di lastre o pannelli piani e ondulati contenenti amianto, tubi per acquedotti o fognature, tegole, canne fumarie e di esalazione, serbatoi per contenere acqua, e coprirà il 90% della spesa sostenuta e documentata da ogni cittadino che per lo smaltimento si è avvalso o intende avvalersi di ditte specializzate e convenzionate con il Comune.

Il limite massimo di finanziamento è di 1500 € per ogni singolo intervento e non è cumulabile con altri benefici dello stesso genere. “La tutela dell’ambiente – sottolinea il Sindaco di Matino, Giorgio Salvatore Toma – è un obiettivo prioritario della nostra Amministrazione. Siamo felici di poter sfruttare questa importante opportunità che viene concessa ai Comuni per salvaguardare la salute dei cittadini ed incrementare la cultura del rispetto dell’ambiente”. Le domande di rimborso possono essere presentate entro il 30 settembre.

Commenta la notizia!