Mario Desiati incontra gli studenti del Polo due di Casarano. LE FOTO

desiati  (1)

CASARANO. Incontro con l’autore per i ragazzi dell’Istituto comprensivo Polo due di Casarano. Lo scorso 11 febbraio, presso l’auditorium comunale, lo scrittore Mario Desiati si è confrontato con i suoi giovani lettori sui temi dell’emigrazione e dell’immigrazione al centro di “Mare di zucchero”, il suo ultimo lavoro edito da Mondadori. Il romanzo narra la storia di due ragazzi nell’anno (il 1991) dell’approdo a Bari della nave “Vlora” con a bordo oltre 20mila profughi albanesi. Dopo aver letto e analizzato il romanzo in classe assieme ai propri insegnanti, i ragazzi hanno interagito con lo scrittore pugliese e approfondito le tematiche trattate nel suo ultimo lavoro. «Abbiamo proposto ai nostri ragazzi la lettura del libro di Desiati – afferma la professoressa Domenica Colazzo – perché presenta in modo molto semplice e piacevole un tema ancora attualissimo. La maggior parte di loro non aveva mai sentito parlare dello sbarco massiccio di gente proveniente dall’Albania negli anni Novanta. Il loro interesse è stato determinato anche dal fatto che la vicenda narrata è capitata a loro coetanei non moltissimi anni fa. Alcuni si sono immedesimati e hanno fatto loro l’ansia di libertà, altri avrebbero voluto esserci per dare loro aiuto e solidarietà. Questa grande partecipazione è stata espressa all’autore con domande e riflessioni, disegni e cartelloni di sintesi del lavoro svolto nelle classi»». Tra le testimonianze proposte quella di una signora di Casarano che ha ospitato una famiglia di migranti per alcuni anni, fornendo loro un lavoro che gli ha poi permesso di poter tornare il rientro in Albania.

Commenta la notizia!