Mai più strade allagate a Ugento e Gemini

UGENTO. Un milione di euro per ampliare la rete di raccolta dell’acqua piovana di Ugento e Gemini. Ci sarà tempo fino al 22 dicembre per presentare domanda di partecipazione al bando indetto dal Comune grazie ad un finanziamento regionale. I lavori andranno ad aggiungersi a quelli attualmente in corso, che riguardano l’adeguamento dei recapiti finali.
I nuovi interventi sono stati progettati per migliorare la situazione di alcune aree del paese attualmente soggette ad allagamenti. Si prevede l’installazione di nuove caditoie e di tubazioni che trasferiranno le acque, attraverso i collettori principali, al recapito finale.

Sono stati individuati sette bacini di intervento: per Ugento l’area delimitata dalle vie Buonarroti, Firenze, Martiri d’Ungheria e Barco (circa 40mila metri quadrati); la zona compresa tra via dei Cesari, via Barco e via Urso (17mila metri); la zona tra via Fermi, via Marconi e via Volta (quasi 20mila metri); l’area tra via Goldoni e via Taurisano (circa 18mila metri); i quasi 8mila metri compresi tra via Montelungo e via Acquarica. Le ultime due zone, in particolare, negli ultimi tempi sono state interessate da gravi allagamenti.
A Gemini, invece, si interverrà nella zona compresa tra largo Croce, via Martiri di Belfiore e via Fontana, che nei periodi di forte pioggia presenta problemi di deflusso delle acque per effetto di un avvallamento della strada, e in via Antonio D’Amato.
Le due nuove reti confluiranno nel collettore di via Monteverde e da qui verso il recapito finale.

Commenta la notizia!