Nisi sorpassa e stavolta ce la fa

by -
0 816

Galatone. Livio Nisi è il nuovo sindaco di Galatone chiamato a governare la città per i prossimi cinque anni. Questa la notizia più attesa in paese, al termine della lunga e complessa campagna elettorale che ha poi visto la coalizione di centrodestra espugnare palazzo dei Domenicani.

Quella relativa alle elezioni comunali del 2012, per Livio Nisi, non è stata la prima campagna elettorale vissuta attivamente, quindi in prima linea, da candidato alla carica di sindaco.

Nel 2007, difatti, l’imprenditore e perito elettrotecnico galatonese, decise di sfidare gli allora candidati Luigi Maglio, Franco Miceli, Maurizio Pinca, Lorenzo Fracasso, Giuseppe D’Oria e Gaetano Giuri. In quell’occasione il consigliere provinciale riuscì, con una buona percentuale, ad essere promosso al secondo turno, poi vinto, però, da Miceli che andò, di conseguenza, ad occupare lo scranno più alto del palazzo dei Domenicani.

In questa tornata elettorale, è come se si fosse ripetuto lo stesso copione, ma con un finale nettamente diverso: giunto a ballottaggio con Cosimo Casilli, candidato sindaco del centrosinistra, Nisi l’ha spuntata aggiudicandosi così la fascia tricolore di Sindaco. Un risultato, quello del secondo turno, ribaltatosi rispetto a quello del 7 maggio scorso che vedeva Nisi solo dopo Casilli: al ballottaggio, infatti, l’imprenditore galatonese ha superato l’ex parlamentare, già sindaco di Galatone, piazzandosi al primo posto per via delle 341 preferenze in più rispetto al suo avversario politico.

«Sarò il sindaco di tutti», ha detto il neo sindaco di Galatone, subito dopo l’ufficialità dei risultati, davanti al proprio comitato in piazza Eroi di Cefalonia, attorniato da una calca di gente che non ha mancato di congratularsi attraverso applausi, abbracci ed urla di vittoria. Per il nuovo primo cittadino Livio Nisi, giovedì 24 maggio, è stato poi il momento della sottoscrizione del verbale di proclamazione a sindaco alla presenza dei suoi sostenitori, dei dirigenti comunali, di alcuni dipendenti del Comune e, soprattutto, della Commissione elettorale centrale presieduta dal giudice Alcide Maritati.

Una volta entrato nel pieno dei poteri conferiti dalla legge, Nisi si è subito messo a lavoro sia per giungere alla formazione del nuovo esecutivo cittadino, sia, in modo particolare, per comprendere lo stato generale del Comune. Ecco perché, qualche ora dopo la sua elezione, si è recato personalmente negli uffici comunali di piazza Costadura dove ha incontrato inizialmente tutti i dirigenti comunali e poi anche molti dei dipendenti.

Da subito la prima analisi circa le condizioni delle finanze comunali che, a quanto è dato sapere, non godono di ottima salute. Il sindaco stesso, infatti, durante il comizio di ringraziamento agli elettori ha precisato che potrebbero sussistere problemi in merito al rispetto del Patto di stabilità imposto agli enti locali. Ma niente paura, a quanto pare: «Il nostro obiettivo è quello di far voltare pagina al paese e di far diventare grande Galatone». Parola di Sindaco.

Daniele Colitta

Commenta la notizia!