Litoranea comune per quattro Comuni

GALLIPOLI. Sono partite le “carte” prima di Natale, spedite alla Regione Puglia dal Comune di Gallipoli, capofila di un progetto che lo stesso governo regionale e l’assessore Angela Barbanente hanno giudicato d’eccellenza.
Si tratta del progetto ideato, valutato e redatto in via preliminare da quattro Comuni – Gallipoli, Taviano, Racale, Alliste – relativo alla ristrutturazione della litoranea in un modo omogeno e tutto rivolto alla “mobilità dolce”, un modo per trasferirsi certo, ma anche per godere passeggiando o in bici, dell’ambiente naturale.

Così, da Lido San Giovanni di Gallipoli andando verso sud, non comincerà più l’inferno estivo agostano (traffico, pedoni, ciclisati, camioncini…) ma un percorso che probabilmente riconcilierà con la vita e il paesaggio, curando almeno in parte le ferite arrecate negli anni allo stesso contesto costiero.
Non è più infrequente la collaborazione fra enti per progetti sovracomunali; la stessa Unione europea ha “obbligato” gli enti locali a fare gruppo per avere maggiori chances di finanziamento. Non è prorio abitudinario invece che quattro Comuni scelgano una comune modalità di riqualificazione, convergendo su di una idea che allinea questo pezzo di Salento jonico agli standard europei.

Come si ricorderà, la Regione ha assegnato a questa progettazione, coordinata dall’ingenere Luisella Guerrieri del Comune di Alliste, un milione di euro. Adesso si entra nel vivo della progettazione attraverso un concorso internazionale di tecnici. L’obiettivo finale è quella di realizzare una sede stradale per veicoli a motore, una pista per biciclette e una per pedoni.

Commenta la notizia!