Gallipoli – Hanno fatto tappa anche a Gallipoli quest’anno le “Olimpiadi dell’amicizia”, promosse per il settimo anno dalla Provincia di Lecce e dall’Unicef – Comitato Provinciale di Lecce – insieme ai Consigli Comunali dei Ragazzi e delle Ragazze. Sabato 14 aprile si sono cimentati nell’attività dell’orienteering tantissimi studenti tra i 6 e i 13 anni dei comprensivi di Alezio, Sannicola, e del 2 e 3 Polo di Gallipoli, coordinati da una classe del liceo di Scienze umane del “Quinto Ennio” di Gallipoli. “E’ stata una giornata molto importante per la città – afferma il sindaco del CCRR di Gallipoli, Flavio Perrone – dove a vincere sono state la cordialità e la condivisione”. “I ragazzi – afferma Lucilla Vaglio, dirigente del Comprensivo del 2 Polo – attraverso questa gara non agonistica, sono riusciti a rendere significativi i valori dello stare bene insieme, del benessere e dell’armonia e della condivisione, in cui è emerso lo spirito sportivo e della solidarietà. Ringraziamo anche per la collaborazione l’amministrazione comunale di Gallipoli e l’Unicef, con la presidente Perrella che vi ha preso parte, creando così una grande sinergia”.

Nessun vincitore dunque per la gara sportiva non agonistica di orientamento, dove i ragazzi hanno percorso le strade del centro storico raggiungendo diverse tappe e raccogliendo le lanterne trovate per formare alla fine un puzzle. “Per la prima volta in assoluto anche Gallipoli è stata una delle tappe delle Olimpiadi dell’Amicizia – conclude Martinella Biondo, dirigente del 3 Polo – una tappa che tra l’altro ho voluto fortemente, perché avevo già avuto un’esperienza per due anni a Scorrano (con “scrittura creativa” e “musica”) e per questo abbiamo selezionato l’attività di orienteering. Non c’è stato nessun vincitore, perché sono tutti vincitori: i ragazzi, i docenti, i genitori e chi ha preso parte a questa grande giornata di condivisione”.

Pubblicità

Commenta la notizia!