Le foto del maltempo a Ugento. A Gallipoli colpite anche le sedi di una scuola e di un’associazione

Per fortuna oggi il maltempo ha dato una tregua, ma si continuano a contare i danni delle abbondanti piogge e raffiche di vento che ieri hanno colpito il Salento. A Ugento, la pioggia ha aperto delle grosse voragini sulla provinciale per Acquarica e nei pressi del palazzetto dello sport. Gli allagamenti hanno interessato tutto il paese, colpito anche il deposito dei vigili urbani. A Torre San Giovanni, la situazione si è dimostrata ancora più grave: caditoie ostruite e tantissime cantine allagate a causa di un fiume d’acqua alto 40 centimetri.

Niente scuola a Gallipoli: presso l’istituto nautico “Vespucci” di via della Provvidenza (edificio ex-Salesiani), alcune classi sono state rese inagibili dagli allagamenti  e le lezioni sono state sospese. Numerose le infiltrazioni d’acqua, dal soffitto, dalle finestre e nelle scalinate. Un insegnante della scuola, Enrico Mario Preite, ha lamentato che il maltempo di ieri ha solo riportato a galla una situazione già nota, destinata ad aggravarsi ogni anno di più: “Sarebbero necessarie poche migliaia di euro – protesta il prof – per sistemare le infiltrazioni di acqua dai solai e dalle finestre, ma nessuno interviene. Chi agirebbe così dissennatamente a casa propria e chi tratterebbe così i suoi figli? Ma la scuola non è forse casa nostra e gli studenti non sono nostri figli?”.

Allagata, sempre a Gallipoli in via Ravenna, anche la sede dell’associazione “Fideliter Excubat”: oltre 20 centimetri d’acqua in tutte le sale, macchinari elettrici irreparabilmente danneggiati e frigorifero rotto. “Era già difficile partire, ora bisogna ripartire, in qualche modo. Grazie ai ragazzi che ci hanno aiutati tutta la giornata”: si legge così in didascalia alle foto dei danni pubblicate sulla pagina facebook dell’associazione.

Il maltempo di ieri nel Salento, dunque, ha funzionato come una lente d’ingrandimento sulle carenze strutturali di vari edifici e del sistema viario. Ora, passata la pioggia, arriva il momento di agire per evitare che si ripropongano gli stessi problemi, almeno quelli più facilmente risolvibili.

Commenta la notizia!