“Lapiantiamo” per davvero

Lucia Spiri e Matteo Viviani

Lucia Spiri e Matteo Viviani

Racale. Lo sguardo di Lucia Spiri a fine servizio sul suo sogno nel cassetto vale più di mille parole. La donna di Racale, affetta da sclerosi multipla, si è raccontata davanti alle telecamere de “Le Iene”, Italia1. L’inviato Matteo Viviani ha riacceso i fari sull’uso dei farmaci cannabinoidi a scopo terapeutico nella cura contro malattie come la distrofia muscolare, sclerosi multipla e così via.
Lucia, insieme al marito William Verardi e ad Andrea Trisciuoglio, ha fondato “LapianTiamo”, il primo cannabis social club italiano che si pone l’obiettivo di coltivare in proprio le piante di marijuana (da cui estrarre il principio attivo curativo) cedendola gratuitamente ai malati. Così facendo, i malati avrebbero meno problemi nel curarsi e lo Stato risparmierebbe sui costi per l’importazione dall’Olanda del farmaco necessario, il “Bedrocan”.
Con i contributi dei circa 250 soci, è stato acquistato un terreno di seimila mq sulla Racale-Ugento su cui si dovrebbero coltivare le piantine di marijuana, previa autorizzazione e sotto il controllo delle autorità. «E se non ci daranno le autorizzazioni – ha dichiarato Verardi – noi ci autorizzeremo da soli, perché non bisogna chiedere a qualcun altro il permesso di fare qualcosa che ti fa stare bene». Il servizio è andato in onda il 19 novembre scorso.

Commenta la notizia!