La piazza com'era e com'è. Con polemiche

by -
0 1492

Piazza San Sebastiano prima dei lavori

Galatone. Si sono conclusi da poco i lavori che hanno dotato Galatone di una nuova piazza in pieno centro cittadino. Il nuovo spazio è diventato in realtà l’ampliamento di piazza San Sebastiano, in conseguenza della demolizione del vecchio mercato coperto.

L’opera, voluta dal sindaco Franco Miceli (fino a giugno scorso), è stata accompagnata in tutta la sua realizzazione da numerose  polemiche che hanno tenuto banco tra l’opinione pubblica locale anche durante la campagna elettorale della corsa primavera.

In particolare l’ex primo cittadino l’ha strenuamente difesa valutando l’intervento dal punto di vista della sua “utilità sociale” in quanto possibile nuovo punto di ritrovo grazie alla presenza di nuove panchine e di un grande spazio a disposizione, tra qualche aiuola (ancora magari da ultimare) ed un ulivo secolare; il professore Miceli l’ha definita “una delle piazze più belle del Salento”.

Le contestazioni di molti cittadini si sono, invece, incentrate sull’opportunità di riutilizzare il vecchio edificio abbattuto, ritenuto “in buone condizioni strutturali” e dunque non meritevole della fine che gli è stata fatta fare. Quanti criticano hanno, inoltre, da ridire sull’opportunità dell’opera effettuata, in un periodo nel quale quel denaro poteva essere utilizzato per ovviare ad altri problemi ritenuti “di prioritaria importanza”.

Non mancano, inoltre, le critiche di carattere più strettamente “tecnico”, come quella che fa riferimento all’angusta estensione del fazzoletto di terra nel quale ha trovato collocazione l’ulivo secolare che rischia, ora, con il propagarsi delle sue radici, di danneggiare la nuova pavimentazione.

Tra le altre cose, adesso alcuni segnalano come malgrado le promesse fatte, il frantoio ipogeo sottostante la nuova piazzetta non sia stato ancora aperto al pubblico dopo essere stato “puntellato” soltanto a lavori iniziati e dopo le proteste dell’architetto locale Giuseppe Resta.

Tutti, infine, si aspettano ora, ad opera ormai conclusa, una vera valorizzazione della villetta (che soprattutto di sera rimane puntualmente deserta) magari con l’organizzazione di eventi da svolgersi nel nuovo spazio che, come il resto delle aree cittadine, aspetta di trovare la vitalità che manca da sempre alle serate galatee.

Alessio Giaffreda

Come si presenta oggi la piazza

SIMILAR ARTICLES

Commenta la notizia!