La Memoria non scolora. A Nardò una lunga serie di appuntamenti

L’attore Fabrizio Saccomanno e il violinista Hedi Rasa

L’attore Fabrizio Saccomanno e il violinista Hedi Rasa

NARDÒ. Ricca di appuntamenti la Giornata della Memoria di Nardò, città insignita nel 2005 dalla Medaglia d’oro al Merito civile per l’accoglienza riservata ai profughi ebrei negli anni ‘43-’47. Il Comune, in collaborazione con tutte le scuole, i “Presidi del libro” e l’assessorato alla Cultura della Regione, ha messo in piedi per questi giorni diverse iniziative dedicate alla Shoah. Il Museo della Memoria e dell’Accoglienza di Santa Maria al Bagno ospiterà, venerdì 30 gennaio, la presentazione del libro “I monumenti per difetto”, di Adachiara Zevi, che incontrerà per l’occasione i rappresentanti degli alunni delle superiori, oltre al Sindaco Marcello Risi, il vice Carlo Falangone e l’assessore alla Cultura Mino Natalizio. Saranno invece le sedi del “Galilei” di via Ferri e del “Vanoni” di via Acquaviva le location della presentazione di “La Shoah spiegata ai ragazzi” dell’autrice Francesca Romana Recchia Luciani, durante la mattinata di giovedì 12.

Nei giorni scorsi altre iniziative hanno coinvolto ancora soprattutto le scuole: l’autore ebreo Andrea Salvatici ha presentato, il 24 gennaio (in mattinata incontrando i ragazzi delle medie del polo 3 del plesso di via XX settembre e nel pomeriggio presso il teatro comunale), il libro “Un chiodo di garofano a S. Maria al Bagno”, opera che ricalca storicamente l’accoglienza degli abitanti della marina nei confronti della popolazione ebrea durante la seconda guerra mondiale. Il 27 gennaio, sempre al teatro comunale, l’attore Fabrizio Saccomanno e “Farm – comunicazione e progetti culturali” hanno presentato lo spettacolo “Shoah – frammenti di una ballata”, che narra le storie di quattro bambini vissuti al tempo della Shoah, in quattro posti diversi d’Europa. Alla manifestazione hanno partecipato le ultime classi delle scuole di primo e secondo grado.

Commenta la notizia!