La Madonna dell’Aiuto in processione sul mare

by -
0 1896

La processione dello scorso anno

Ugento. Si rinnova l’appuntamento con i festeggiamenti in onore della Madonna dell’Aiuto, patrona di Torre San Giovanni, da secoli protettrice dei pescatori che prendono il largo dal porto della marina di Ugento. Anche quest’anno l’associazione che – insieme alla parrocchia guidata da don Enzo Zecca – organizza i festeggiamenti ha predisposto un programma ricco di iniziative religiose e civili.

Dal 2 all’8 agosto si svolgeranno le celebrazioni rionali in preparazione alla festa, mentre dal 9 all’11 nella chiesa parrocchiale sarà celebrato il triduo, presieduto da padre Roberto Francavilla. Sabato 11, vigilia della festa, alle 7.30 e alle 19.30 saranno celebrate le Messe, mentre alle 20 per le strade della marina si snoderà la solenne processione con la statua della Vergine, alla quale, tradizionalmente, partecipano centinaia di devoti e turisti. Il giorno della festa, domenica 12 agosto, le Messe saranno alle 7.30, alle 9 e alle 10. Alle 17, poi, l’immancabile appuntamento con la suggestiva processione sul mare, che partirà dal Porto e costeggerà la marina (in caso di pioggia o vento, si svolgerà mercoledì 15 o domenica 19 agosto). Alle 21 il vescovo di Ugento, monsignor Vito Angiuli, celebrerà la Messa in piazza del Porto.

Il programma civile prevede la presenza della banda di Scorrano nei due giorni di festa, e la tradizionale fiera mercato nella zona del porto. Domenica 12, poi, alle 22.30 si esibirà il «Gruppo Folk 2000». Il concerto sarà seguito dallo spettacolo pirotecnico della ditta Bruscella Fireworks. Lunedì 13, alle 21.30, nel campo sportivo della parrocchia si esibiranno i «Piccoli cantori di San Francesco», diretti da padre Orazio da Ferrara.

Prevista anche una regata velica riservata ai catamarani, che partirà alle 10 di domenica 12 agosto dal porto per raggiungere il lungomare, l’isola di Pazze e lo scoglio Giurlita. Saranno premiati i primi tre classificati.Un appuntamento molto atteso non solo dai residenti, ma anche dai numerosi turisti che, dato il periodo,sono sempre più numerosi. Appuntamento di fede, quindi, ma anche di aggregazione popolare e festosa.

Pierangelo Tempesta

Commenta la notizia!