Andrano – C’è anche la “Festa della scienza” di Andrano fra i progetti con cui la Regione Puglia partecipa al seconda edizione della “Fiera Didacta Italia”, che si chiuderà sabato 20 ottobre a Firenze, negli spazi della Fortezza da Basso. La manifestazione rappresenta il più importante appuntamento fieristico sul mondo della scuola, e ha l’obiettivo di favorire il dibattito tra gli enti, le associazioni e gli imprenditori, per creare un luogo di incontro tra le scuole e le aziende del settore. In Germania Didacta costituisce un appuntamento imperdibile e di successo già da 50 anni.

La presenza della Puglia. L’Assessorato all’Istruzione e al Diritto allo Studio della Regione Puglia, guidato da Sebastiano Leo, sarà presente in fiera con un corner informativo e tre progetti: oltre alla Festa della Scienza (che ha come direttore scientifico Antonio Musarò, in foto), ci saranno “Stregati dalla musica” (programma di didattica e teatro musicale dei fratelli musicisti leccesi Francesco e Matteo Spedicato),  e “StartNet – Network Transizione Scuola Lavoro”.

La Festa della Scienza è un prestigioso evento scientifico-culturale  dedicato in modo particolare alle giovani generazioni, ma anche a tutti i cittadini. Organizzato da Comune di Andrano e Istituto Pasteur Italia, in collaborazione con l’Università del Salento, rappresenta un’occasione di incontro tra studenti, eminenti scienziati e comunità civile. Si punta soprattutto sull’informazione scientifica aggiornata, sulle problematiche bio-mediche e tecnologiche e su una comunicazione dal linguaggio semplice e immediato. I protagonisti della Festa della Scienza sono i ragazzi delle scuole di primo e secondo, grado chiamati a essere divulgatori della “scienza quotidiana” con cui si fanno i conti ogni giorno. L’edizione di quest’anno – la nona, svoltasi a maggio presso il castello Spinola-Caracciolo – ha avuto come tema “Trasformazioni”  e si è avvalsa della presenza dello scienziato Pier Paolo Di Fiore, che opera a livello internazionale nel campo dell’oncologia molecolare.

Pubblicità

“Stregati dalla musica” mira invece ad avvicinare i bambini e i ragazzi in età scolare alla conoscenza della musica, attraverso contenuti originali pensati proprio per loro (materiali audio-video accattivanti, produzioni teatrali di forte impatto che prevedono il coinvolgimento diretto degli spettatori, linguaggio semplice ma rigoroso, attenzione ai dettagli). Il programma è ideato dai fratelli Francesco e Matteo Spedicato ed è il più grande del sud Italia per numero di partecipanti. Negli ultimi due anni  ha già coinvolto oltre 36mila bambini e ragazzi, anche grazie all’omonima neonata Rete ministeriale (Miur) che, nata lo scorso giugno, riunisce ad oggi già oltre 50 tra scuole, biblioteche e istituzioni.

Pubblicità

Commenta la notizia!