L’Atletica abita qui

by -
0 717

Raimondo Orsini, direttore della società sportiva Kinesis Palaia Salento Atletica, con la campionessa Francesca Lanciano.

Matino. Il presente più che positivo è proiettato già verso l’immediato futuro e neppure la conclamata precarietà degli impianti sportivi fa versare lacrime. Anzi le difficoltà sembrano aver temprato ancora di più gli atleti ed in particolare i talenti del salto triplo del club matinese, oggi Kinesis Palaia Salento Atletica, diretto dal professore Raimondo Orsini.

E’ un periodo di soddisfazioni questo per la società di atletica. Pochissimo tempo fa la salentina Francesca Lanciano, campionessa tricolore della fascia giovanile senza rivali, è stata convocata in azzurro per il triangolare juniores con Francia e Germania. A stretto giro di posta ecco un’altra rilevante novità: Daniele Greco, triplista fresco della qualificazione olimpica, si prepara al mondiale indoor di Istanbul del 10 marzo.

I due campioni che girano il mondo per gareggiare, per prepararsi hanno a disposizione l’impianto di atletica di Taviano, che doveva essere un fiore all’occhiello e che invece, ancora oggi, non ha neppure una strada di accesso. «Non perdiamo sicuramente tempo a piangerci addosso perchè non abbiamo un campo di allenamento degno di questo nome. Ma da sempre abbiamo fatto di necessità le nostre virtù – commenta il responsabile tecnico matinese Raimondo Orsini -. Non poter contare su una struttura coperta è stato difficile in questa invernata così rigida. Il maltempo ci ha flagellati anche negli allenamenti. Se il vento è troppo forte, tutto viene falsato e non si può studiare la tecnica di salto».

Orsini rivela a “Piazzasalento” una intima speranza: «Speriamo che Daniele (Greco, ndr) riesca a fare il salto di qualità tale da giustificare la nascita di una qualsiasi struttura con pedana al coperto e che comprenda un rettilineo di 60 metri per poter provare tecnica e corsa nel curare l’attività dei salti in estensione». Ma forse c’è più di una speranza: «Pare che all’orizzonte si inizia ad intravedere qualcosa sul nostro territorio del Sud Salento – rivela Orsini – ma non dico nulla, finchè non ci sono dei fatti reali. E sino ad allora la considero una soluzione lontana».

Intanto crescono altri aspiranti campioni della scuola italiana di Orsini del salto triplo. «Sicuramente ci sono Melissa Bruno e Michele Napoli di Alliste, Stefano Perchia di Taviano – afferma l’allenatore matinese -. Questi tre ragazzi militano nella categoria Allievi e vantano già il minimo per i campionati italiani. Proviamo a crescere contando sull’onda dell’entusiasmo dei risultati di Greco e Lanciano. Sta nascendo una schiera di baby davvero interessanti». PM

Commenta la notizia!