Istituto Vespucci Gallipoli, ok al nuovo indirizzo

vespucci

La sede nuova del Vespucci; in basso l’immobile storico nella zona della Giudecca

ex nautico zona giudeccaGALLIPOLI. L’indirizzo “costruttori” per l’Istituto Vespucci è una realtà.  Con delibera di Giunta la Regione, lo scorso 20 gennaio, ha autorizzato l’Istituzione dell’articolazione “Costruzione del mezzo-Opzione Costruzioni navali” all’interno dell’ Indirizzo di studio Trasporti e Logistica, “in quanto rispondente alle esigenze formative del territorio ricco di piccoli cantieri con difficoltà nel reperire le figure tecniche con competenze nel settore delle costruzioni navali”  si legge nella motivazione. L’istituto inoltre  è beneficiario di un Progetto di Alternanza Scuola -lavoro sulla cantieristica e l’opzione Costruzioni navali non è presente presso nessun istituto scolastico della provincia.

«Voglio esprimere un sentito grazie – ha commentato la dirigente Paola Apollonio – sia all’ Amministrazione provinciale che alla Giunta regionale per aver riconosciuto la coerenza e la fondatezza della richiesta. È una conquista determinante considerato anche che l’indirizzo in Italia è presente solo a Genova, Oristano, Viareggio, Trieste, Roma, Ancona, Catanzaro e Palermo». Sarà attivato anche il commerciale  opzione sportiva con 4 ore di scienze motorie e reinserimento delle attività marinaresche  nel biennio.

La stessa preside nei giorni scorsi si è fatta promotrice della settimana corta, aumentando gli orari nei cinque giorni di attività, per  le scuole gallipoline. L’idea  nata per ovviare al problema delle aule fredde a causa dei tagli ai fondi della Provincia, ha trovato diversi consensi. Con i colleghi Antonio Errico del “Q. Ennio” e Cosimo Preite del “Da Vinci” chiederà alla Provincia “un tavolo tecnico di concertazione con i referenti dei trasporti pubblici per l’organizzazione degli orari e dei collegamenti”. Quello dei trasporti è infatti uno dei principali ostacoli per gli alunni provenienti dai paesi limitrofi.
Sul fronte del ripristino della vecchia sede dell’Istituto invece sì a un concorso di idee per la realizzazione del progetto di ristrutturazione. La preside Apollonio ha scritto al premier Matteo Renzi  esponendo la situazione dello stabile storico, chiedendo che si reperiscano i fondi necessari per ristrutturare l’immobile che gode sì di una posizione invidiabile ma che presenta tracce del passaggio del tempo e dell’incuria. Secondo il parere della dirigente, però, nonostante le apparenze, il restauro della sede storica del Nautico, a cui sono legati tutti i gallipolini,  potrebbe essere realizzato con somme inferiori a quelle messe in conto in passato. Parere che è stato supportato anche da un sopralluogo.

Commenta la notizia!