Il Salento conquista l’Austria

by -
0 681

LA VISITA D’ONORE Il Console generale d’Austria, Indjein Untersteiner, visita il museo di arte con l’assessore Costantino

Matino. Il centro storico di Matino sta diventando sempre più meta di visite di un certo rilievo.

Dopo quella, infatti, di Giorgio Forattini avvenuta qualche settimana fa, il 23 luglio scorso è stata la volta della dottoressa Indjein Untersteiner, console generale d’Austria a Mlano.

«La diplomatica – spiega Antonio Costantino, assessore al centro storico – ha vistato, tra le altre cose, il palazzo Marchesale ed il museo d’arte contemporanea intitolato a Luigi Gabrieli. Ne è rimasta davvero entusiasta. Per noi è una grande soddisfazione».

E’ opportuno precisare che è la prima volta che il console viene in Puglia. Come mai la scelta è ricaduta proprio sul Salento?

«Mi ha parlato del Salento – spiega Untersteiner – un mio caro amico che vive proprio a Matino e grazie a lui ho scoperto il mare splendido del Salento che non ha niente da invidiare a quello dei Caraibi». E non mancano gli elogi per Matino. «Il vostro centro storico con tutte le case bianche che sembrano nascoste è qualcosa di meraviglioso. Non da meno sono il Palazzo Marchesale, le scuderie e i frantoi ipogei. Tutta una realtà da scoprire – e aggiunge scherzando (forse) – potrei venire ad abitare qua una volta in pensione fra quattro, cinque anni. Chissà!».

E il cibo? Come al solito i più quotati sono le frise, l’olio e il vino.

«Per la prima volta nella mia vita – chiarisce – ho mangiato il pane che si bagna sotto l’acqua. E poi i peperoni sono buonissimi e per la verità tutta la cucina mediterranea è qualcosa di squisito. Non per ultimo il pesce fresco».

Un’altra tradizione che il console ha scoperto nella sua permanenza nel Salento è stato il ballo della pizzica.

«L’ho ballata – afferma – la prima sera che sono stata qui. Mi sono fatta male anche a un piede, ma ne è valsa la pena. A mio avviso tra l’Austria e il Salento si potrebbe avviare uno scambio culturale e diplomatico».

«Per noi – conclude l’assessore Costantino – sarebbe davvero un grande onore così come lo è stato far conoscere il nostro centro storico. Il nostro augurio è che la signora possa tornare a trovarci anche in futuro».

 

Commenta la notizia!