Il controcanto di Casilli: «Proposte e interrogazioni, ecco il nostro lavoro»

di -
0 452

Galatone. Il gruppo consiliare di centrosinistra è ritornato in piazza San Sebastiano per dire la sua sui primi cento giorni di vita dell’amministrazione Nisi.

Cosimo Casilli e Biagio Gatto (assente per motivi familiari il consigliere Caterina Dorato) hanno rendicontato in merito all’operato del sindaco Nisi rendendo pubblica la carrellata di proposte ed interrogazioni che sono state già presentate e quelle che intendono presentare nei prossimi mesi nell’assise comunale.

Si parte dall’utilizzo funzionale di palazzo Belmonte-Pignatelli, “ristrutturato grazie ai fondi del Ministero dei Beni Culturali con il vincolo esclusivo di contenitore e promotore di cultura, ma ancora privo di una vocazione primaria”, e dalla  riqualificazione e gestione degli impianti sportivi presenti in città anche alla luce dei successi ottenuti  dell’atleta olimpico Daniele Greco: «Vogliamo capire a quali forme di finanziamento si punta», ha affermato, in proposito, Casilli

A preoccupare il gruppo consiliare di centrosinistra è, però, l’aumento della pressione fiscale messo in atto dall’esecutivo così come “l’immediato riscontro sulle casse comunali” dell’annunciata introduzione della raccolta differenziata.

I tre consiglieri hanno anche criticato la gestione  associata della segreteria comunale insieme a Gallipoli. «Perchè non farla con un Comune più piccolo?», si è chiesto, infatti, Casilli.

Su questo tema è intervenuto anche il consigliere d’opposizione Roberto Bove (Futuro e libertà) che ha indirizzato una lettera al Prefetto di Lecce invocando un intervento in merito alla questione.

Commenta la notizia!