Il cantiere “Vanini”

sergio pagliara preside liceo vanini - casaranoCASARANO. Il liceo scientifico “Giulio Cesare Vanini” si rifà il look. Nell’arco di quest’anno, infatti, diversi miglioramenti strutturali verranno effettuati nella sede centrale di via Reno, grazie ai circa 750mila euro provenienti dai finanziamenti europei (fondi del Fesr destinati direttamente al Miur) per adeguare la scuola ai parametri vigenti in norma di sicurezza e risparmio energetico. I lavori di ristrutturazione si concentreranno in maniera particolare proprio su quest’ultimo aspetto, con l’installazione di un impianto fotovoltaico di circa 50 chilowatt, che renderà di fatto il liceo autonomo dal punto di vista energetico, e con la sostituzione di tutti gli infissi, favorendo così l’isolamento termico.

In fatto di sicurezza, invece, si interverrà con l’introduzione dei rilevatori di fumo posti all’interno dei vari laboratori, collegati da un sistema centralizzato. Ma le novità per la scuola diretta da Sergio Pagliara non finiscono qui. Nell’area esterna dell’edificio sorgerà un nuovo campo di calcetto regolamentare e in erba sintetica con tanto di tribune, insieme a una pista di atletica a tre corsie, uno spazio per il lancio del peso e uno per il salto in lungo.

Si cureranno, inoltre, le aiuole all’entrata e lo spazio verde presente sul retro. I vari interventi, che sono stati progettati e verranno supervisionati dall’ingegnere Luigi Contaldi di Melissano (docente dello stesso liceo) e dall’architetto leccese Marco Lazzari, dovrebbero concludersi entro la fine dell’anno scolastico.

Pur non dipendendo da questo finanziamento, inoltre, è da registrarsi il più che probabile accorpamento presso l’altra sede periferica di via Sesia delle classi attualmente site in piazza San Francesco, la storica succursale dei “Monaci”, fino ai primi anni ’90 sede unica del liceo scientifico. Il recupero di sei o sette aule nella succursale e il relativo spostamento dovrebbero realizzarsi nei primi mesi del 2014.

Commenta la notizia!